Il Governo coordina le misure delle Regioni nelle aree critiche: “Un nuovo dpcm? Solo ipotesi”

Il Governo non esclude l'adozione nelle prossime settimane di un nuovo dpcm, ma al momento "è tutto vincolato all'andamento dell'epidemia"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – In merito ad alcuni articoli apparsi oggi sui quotidiani, in base ai quali si andrebbe ‘verso un nuovo Dpcm‘, fonti di Palazzo Chigi fanno notare che si tratta soltanto di mere ipotesi che non trovano alcun fondamento allo stato attuale perché è tutto vincolato all’andamento della curva epidemiologica, su cui c’è la massima attenzione da parte del Governo.

In questa fase di continua emergenza, con la situazione in costante evoluzione, certamente non si può escludere che possano essere adottati nelle prossime settimane altri provvedimenti, ma non significa affatto che siano state già prese delle decisioni o nuove misure. Azzardare o ipotizzare adesso, quindi, nuovi e imminenti decreti rischia soltanto di creare confusione e incertezze tra i cittadini.

Il Governo, sottolineano fonti di Palazzo Chigi, in queste ore sta continuando a lavorare in stretto contatto con le Regioni e le Autonomie locali per coordinare l’adozione di misure specifiche legate ad aree territoriali dove si riscontrano maggiori criticità.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»