hamburger menu

In strada a Mosca e San Pietroburgo contro la guerra: cori e arresti

A diffondere foto e video, da Mosca e San Pietroburgo ma anche da altre città minori, è su Telegram il movimento liberale Vesna, una parola che in italiano vuol dire "primavera"

21-09-2022 19:51
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Cori “net vojne”, “no alla guerra”, gli agenti in tenuta anti-sommossa che si fanno largo tra la folla e poi i primi arresti: scena in arrivo da Mosca, dove nella centrale via Staryj Arbat è in corso una manifestazione di protesta contro l’ampliamento dell’intervento militare della Russia in Ucraina.

I VIDEO DIFFUSI DAL MOVIMENTO VESNA

A diffondere foto e video, da Mosca e San Pietroburgo ma anche da altre città minori, è su Telegram il movimento liberale Vesna, una parola che in italiano vuol dire “primavera”.
L’iniziativa di protesta ha come slogan “Net moghilizatsii”, “no alla tomba”: un gioco di parole con “mobilizatsiya”, mobilitazione, il termine utilizzato stamane dal presidente Vladimir Putin per comunicare l’intensificarsi dell’intervento in Ucraina con la possibilità del richiamo al fronte per circa 300mila riservisti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-21T19:51:42+02:00