Regionali Liguria, Sansa: “Battaglia proibitiva, Italia Viva ha corso per Toti”

Parla il candidato dell'alleanza giallorossa sconfitta dal governatore uscente Toti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

GENOVA – “L’avventura e’ finita. Le battaglie si combattono anche quando sono difficili, quasi impossibili. Questa battaglia e’ stata fatta in condizioni quasi proibitive”. Cosi’ il candidato giallorosso alla presidenza della Regione Liguria, Ferruccio Sansa, commentando la sconfitta e la conferma del governatore Giovanni Toti.

“I problemi sono stati il tempo e il covid- prosegue- i partiti sono stati leali, non hanno chiesto poltrone, mi hanno dato appoggio, ma volevo prendermi sulle spalle la responsabilita’ di questa avventura”.

Sansa ricorda che “abbiamo avuto cinquanta giorni, agosto di mezzo, il ponte che qualcuno ha utilizzato come enorme strumento di campagna elettorale. Abbiamo avuto soprattutto il covid. E, nonostante tutto, siamo partiti da un distacco di 20 punti e oggi arriviamo attorno ai dieci. Ce l’abbiamo messa veramente tutta. Ho sentito molta fiducia da parte della gente, anche nella parola politica”.

Il giornalista lamenta una “totale sproporzione di mezzi. Abbiamo investito circa 45.000 euro per la campagna elettorale, credo che le cifre di Toti siano dieci, venti volte superiori”.

Poi, attacca: “Italia viva ha corso per Toti. Per fortuna e’ talmente antipatica che credo non ci abbia portato via nemmeno un voto”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»