Regionali Veneto, plebiscito per Zaia: per le proiezioni è al 73,5%

Risultato deludente per il candidato del centrosinistra Lorenzoni e per i 5 Stelle, che rischiano di non entrare in consiglio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

VENEZIA – Sale al 73,5% il consenso stimato dalle proiezioni di Swg per Luca Zaia nella corsa alla riconferma alla guida del Veneto. I dati, diffusi da La7, inchiodano lo sfidante di centrosinistra Arturo Lorenzoni al 16,7%. Staccatissimo il 5 stelle Enrico Cappelletti al 4,2%. La copertura della proiezione e’ del 5%. In attesa dei risultati reali, si apre per Zaia la possibilità di battere il record storico di voti ottenuti da un presidente di Regione.

In Veneto l’affluenza al voto per le regionali e’ stata del 61,1%. Il picco si e’ toccato in provincia di Padova, con una partecipazione del 65,5%, seguita da Verona (62,9%), Venezia (62,6%), Vicenza (61,8%), Rovigo (59,9% e Treviso (58,3%). Fanalino di coda e’ la provincia di Belluno, con il 47,8% di affluenza. A sorpresa, quindi, l’affluenza e’ stata superiore rispetto alle regionali del 2015, quando si era fermata al 57,2%.

LISTA ZAIA TRIPLICA LEGA, SPROFONDO M5S E FI IN VENETO

Con una copertura del campione del 24%, la Lista Zaia continua la sua corsa acchiappa-voti in Veneto: Opinio per Rai la attesta al 47,3%, una cifra che e’ tre volte piu’ alta del risultato parziale della Lega che arriva al 14,9%. Terzo partito in regione e’ il Pd con il 13,6%, poi ecco Fdi all’8,3%. Indietro tutti gli altri: la lista Veneto autonomia con il 2,9% sta facendo meglio dei 5 stelle al 2,7% e di Forza Italia al 2,6%. I Verdi sono all’1,7%, il Veneto che vogliamo all’1,5% e il movimento 3V arranca allo 0,9%.

REGIONALI VENETO. EXIT POLL OPINIO RAI: ZAIA VOLA OLTRE IL 70%

Secondo gli exit pool Opinio per la Rai, il presidente uscente del Veneto Luca Zaia sarebbe tra il 72 e il 76% delle preferenze. Lo sfidante di centrosinistra Arturo Lorenzoni raggiungerebbe il 16-20% delle preferenze, e il candidato del Movimento 5 stelle Enrico Cappelletti riuscirebbe ad entrare in Consiglio regionale per il rotto della cuffia, ottenendo tra il 3% e il 5% dei voti. Il candidato indipendentista Antonio Guadagnini, invece, sarebbe attorno al 2% e non entrerebbe in Consiglio.

INTENTION POLL TECNÈ: IN VENETO M5S RISCHIA DI STARE FUORI

Secondo gli intention pool ‘Tecne’-Mediaset’, il presidente uscente del Veneto e ricandidato per la coalizione di centrodestra Luca Zaia avrebbe ottenuto tra il 71,5% e il 75,5% delle preferenze. Il candidato alla presidenza per il centrosinistra Arturo Lorenzoni avrebbe invece tra il 16% e il 20% delle preferenze. Rischierebbe invece di rimanere fuori dal consiglio regionale il Movimento 5 stelle, il cui candidato Enrico Cappelletti e’ accreditato di una quota di preferenze compresa tra il 2% e il 6%.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»