fbpx

VIDEO | Scuola, Azzolina: “Superficialità sui monobanchi, sono un investimento”

BOLOGNA – I nuovi monobanchi per le scuole italiane? “Sono un investimento”. La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, risponde cosi’ alle polemiche sul costo degli arredi destinati alla riapertura dei plessi a settembre. 

“Penso che sui banchi si stia un po’ trattando la questione con molta superficialita’”, afferma Azzolina, oggi a Bologna per un incontro del tavolo per la ripresa in Emilia-Romagna. “Noi abbiamo fatto delle richieste specifiche alle scuole, ci sono diverse tipologie di banchi perche’ chiaramente dipende dall’eta’ degli studenti e delle studentesse, poi i banchi che avete visto sui giornali- afferma la ministra- sono per gli studenti piu’ grandi e sono gia’ utilizzati in tantissime scuole italiane, quelle piu’ innovative: sono un investimento”.

Aggiunge Azzolina: “Noi abbiamo investito sull’organico del personale scolastico, abbiamo investito sull’edilizia scolastica, adesso stiamo investendo sugli arredi. Sono arredi che resteranno e che permetteranno un giorno di avere anche la possibilita’ di lavorare in gruppo per gli studenti e di avere forme di innovazione della didattica”.

PUBBLICATO BANDO PER ACQUISTO NUOVI BANCHI

Il Commissario straordinario per l’Emergenza Covid, Domenico Arcuri, ha indetto una Gara pubblica europea per l’acquisto di un massimo 3 milioni di banchi per garantire la riapertura dell’anno scolastico in sicurezza: in particolare, fino a 1,5 milioni di banchi monoposto tradizionali e fino a 1,5 milioni di sedute attrezzate di tipo innovativo. La scadenza per la presentazione delle offerte e’ fissata per il 30 luglio. La sottoscrizione dei contratti avverra’ entro il 7 agosto 2020. Il Bando – pubblicato sui siti della Presidenza del Consiglio/Commissario straordinario, dei ministeri della Salute e dell’Istruzione e su quello della Protezione Civile, prevede che le imprese dovranno assicurare – oltre a un numero minimo di banchi tradizionali o sedute attrezzate innovative anche l’imballaggio, il trasporto, la consegna e il montaggio dei prodotti entro il 31 agosto 2020. “Il Bando contiene i criteri sulla base dei quali le offerte verranno valutate secondo una procedura concorrenziale, trasparente, accelerata– si legge dal sito del ministero- Tra questi verra’ ovviamente considerato anche il prezzo per ciascuna tipologia richiesta che, quindi, altrettanto ovviamente sara’ dettato dal mercato”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

21 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»