Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Catania, non sopporta la convivenza con la compagna ed evade dai domiciliari

carabinieri
Protagonista un 35enne che ha abbandonato la sua abitazione e si è recato alla stazione dei carabinieri per esternare il suo malessere: sconterà il resto della detenzione a casa della madre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Non sopportava più la convivenza con la compagna e così ha lasciato l’abitazione in cui era stato posto agli arresti domiciliari e si è rivolto alla caserma dei carabinieri. Protagonista un catanese di 35 anni, che ha abbandonato la sua abitazione portando con sé il braccialetto elettronico e si è recato alla stazione dei carabinieri Nesima, dove ha chiesto di potere parlare con il Comandante. L’uomo era ai domiciliari per via di alcuni precedenti reati contro il patrimonio e confidandosi con il comandante dei carabinieri ha esternato il suo malessere per la burrascosa e forzata convivenza con la compagna: da qui la volontaria evasione dai domiciliari. A quel punto la magistratura, informata dell’accaduto, ha disposto il trasferimento della detenzione presso l’abitazione della madre che è stata disponibile ad accogliere il figlio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»