Tridico: “Al 31 di maggio 25mila persone non hanno ricevuto la cassa integrazione”

Le polemiche sulle 134 mila non arrivate “si riferiscono prevalentamente alle domande di cassa integrazione mandate a giugno"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  “I numeri ufficiali dell’Inps dicono che coloro che non hanno ricevuto un cassa integrazione, almeno una prestazione, sono 25 mila persone al 31 di maggio”. Lo dice il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, a “Mezz’ora in piu'” su Raitre. Le polemiche sulle 134 mila non arrivate, aggiunge, “si riferiscono prevalentamente alle domande di cassa integrazione mandate a giugno. Delle nuove di giugno c’e’ un flusso continuo ormai”.

TRIDICO: “DA INPS PRESTAZIONI PER 11 MILIONI DI PERSONE”

“Fino a qui 11 milioni di persone hanno ricevuto le prestazioni tra bonus e cig per 15 miliardi di euro”, aggiunge Tridico. “Abbiamo pagato oltre 4 milioni di bonus tra marzo e aprile- spiega- abbiamo pagato il reddito di cittadinanza”. Quindi precisa: “Per quanto l’Inps paghi velocemente e automaticamente, serve la firma di un dirigente”, altrimenti si rischia “un danno erariale”.

REDDITO CITTADINANZA, TRIDICO: “ABBIAMO FERMATO 358 FURBETTI”

 “I furbetti da reddito di cittadinanza ci sono stati, 358 persone che noi abbiamo dovuto fermare. Ma non esistono solo i furbetti del reddito di cittadinanza: ci sono anche i falsi invalidi civili, alcune Naspi, ma anche aziende fittizie che chiedevano la cassa integrazione che sono state bloccate”.

MES, TRIDICO: “CON AMPI MARGINI E SENZA CONDIZIONALITA’ SAREBBE MEGLIO”

“Io penso che ci sia bisogno di una Banca centrale che faccia la Banca centrale, come anche ha fatto in questo periodo. Il coordinamento in ambito europeo e’ stato rispettato e ha favorito una politica economica che non ha alzato lo spread. Se il Mes sono degli investimenti che rientrano senza condizioni che possano dare fastidio anche ad atteggiamenti avversi del mercato potrebbe essere un problema. Ma se sono investimenti che vengono sostanzialmente erogati con ampi margini senza condizionalita’ sarebbe molto meglio. E l’atteggiamento della Bce di questo periodo, che ha garantito i debiti di cui parliamo, dimostra che la sostenibilita’ del debito dipende dalla Banca centrale”, dichiara Pasquale Tridico, a “Mezz’ora in piu”. Ma il Governo accettera’ il Mes? “Non lo so, non faccio parte del governo e non conosco le dinamiche che portano all’accettazione oppure no. Io il Governo lo senso molto spesso sulle questioni del Welfare, sulle questioni del Mes non lo sento affatto”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»