Diamante, i murales e la felicità /FOTOGALLERY

Tutto nacque da un'idea del pittore Nani Razzetti, propose al sindaco di rivitalizzare il centro storico di Diamante con dei murales
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Uno degli oltre centocinquanta murales che colorano Diamante, in Calabria, è una scritta che dice: «La bellezza è un desiderio di felicità».

Una frase che sembra mutuata da un pensiero di Stendhal, secondo cui «la bellezza non è che una promessa di felicità».

Promessa, desiderio: parole che indicano, per approssimazione, qualcosa di non ancora perfettamente compiuto, un accenno, un indizio, una speranza.

Sui muri delle case di questo paesino in provincia di Cosenza, artisti noti e meno noti esercitano ormai dal 1981 il loro estro creativo su vari temi e soggetti. Fu in quell’anno, infatti, che il pittore Nanni Razzetti propose alla municipalità l’“Operazione murales”, cioè l’idea di riempire di immagini gli edifici di Diamante. Nel giugno di quell’anno, ottantatré pittori cominciarono a usare i muri come tele.

Il lavoro qui non è ancora terminato, qui si seguita a cercare la bellezza, continuamente attirati da un’ineffabile promessa di felicità.

Photos via:
www.flickr.com/photos/catepol/5766245818/
www.flickr.com/photos/katia_79/2418208561/
www.flickr.com/photos/mardiam40/6318722335/

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»