hamburger menu

Ciampino, Colella (Pd): “Come primo atto potenzieremo la casa di comunità”

La candidata sindaca della cittadina alle porte di Roma punta su sanità e attenzione ai più fragili

21/05/2022
colella_ciampino_pd_damato (1)

ROMA – Pnrr, emergenza sanitaria e cambiamenti per il futuro. Di questo ha parlato stamattina in un incontro a Ciampino con la cittadinanza, al Fat Max di via Dalmazia, la candidata sindaca del Pd Emanuela Colella. La cittadina va al voto il 12 giugno. Ha partecipato all’incontro l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Presenti anche il segretario del Pd di Ciampino, Alessandro Silvi; il neo direttore dell’Asl Roma 6 Cristiano Camponi, e tra gli altri Emanuela Gentile e Paolo Bruno, candidati nella lista Pd.

È necessario dopo l’esperienza della pandemia “modificare l’approccio sanitario con il modello di prossimità sul territorio, abbiamo bisogno che sia potenziata la cura a domicilio. I proclami elettorali non fanno bene a nessuno. Dobbiamo potenziare ancora di più questa struttura, e il primo atto dell’amministrazione sarà mettere a disposizione quella incompleta di proprietà comunale adiacente all’Asl Roma 6 di via Calò a potenziamento dei servizi socio sanitari territoriali”. È questa la “sfida con il sostegno della Regione”, come ha detto la candidata sindaca Colella che nel suo programma mette la sanità al primo posto con l’impegno a rafforzare ulteriormente il progetto della Casa di Comunità, già prevista dal Pnrr. Nei primi cento giorni strade, parchi e decoro urbano le altre azioni urgenti. Colella ha parlato di “un degrado e abbandono” non degni di Ciampino, e della necessità di “un verde qualificato”.

Un impegno a tutto campo per “essere vicini ai fragili: la pandemia ha fatto crescere i disagi e il femminicidio – ha ricordato Colella – e la Giunta precedente su questo non aveva nessun interesse e non aveva nemmeno ricostituito la Consulta delle Pari opportunità. Siamo vicini alle fragilità”, ha concluso la candidata Colella che ha ringraziato tutte le liste civiche e il Movimento 5 Stelle per “il lavoro di squadra per un programma concreto e ambizioso. La nostra è l’unica proposta credibile per la nostra Ciampino”, ha rimarcato.

D’AMATO: “NEGLI ULTIMI DUE ANNI GRANDE SFORZO DI SQUADRA”

Abbiamo trascorso due anni difficili e solo un grande sforzo di squadra ha potuto fronteggiare questo nemico invisibile“, ha detto ricordando il ‘modello Lazio contro il Covid l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, intervenuto per sostenere la candidata Colella sottolineando come la sanità e la casa della comunità a Ciampino rappresentino un punto decisivo del programma Pd per la città. “Bene ha fatto Colella a inserire questo punto come cruciale nel programma”, ha detto ancora l’assessore D’Amato sottolineando quanto sia importante avere un rapporto stretto con i sindaci e le amministrazioni locali.

colella_ciampino_pd_damato (1)

“La casa di comunità è un intervento importante – ha ribadito l’assessore regionale – e Ciampino deve essere un modello, un hub di assistenza h24 per i cronici. Lavoriamo per ampliare ulteriormente la struttura che può ospitare anche uno sportello antiviolenza su cui l’impegno della candidata è molto forte. Per il potenziamento della sanità per questa città abbiamo bisogno di un’interlocuzione seria con gli amministratori e in questi anni non c’è sempre stata”, ha puntualizzato D’Amato.

Ha preso la parola anche Cristiano Camponi, neodirettore dell’Asl Roma 6, che ha detto: “Dobbiamo cercare di amministrare le risorse in una nuova prospettiva ed è la leva digitale la chiave di volta. Dobbiamo raggiungere sempre più assistiti a casa”, ha concluso il dirigente.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-21T16:35:18+02:00