Fase 2, de Magistris: “Deluso dal governo, servono iniezioni di liquidità”

"Stiamo lavorando per creare un 'villaggio vacanze Napoli sicuro'", dichiara il sindaco a Radio24 sulla ripresa del turismo in vista delle prossime vacanze estive
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “La fase centrale della Fase 2 e’ complicata e molti non riapriranno”. Cosi’ il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris intervistato a Radio24. Nel corso della diretta radiofonica il primo cittadino si e’ soffermato sulla situazione della sua citta’ sottolineando come molti esercenti non tireranno su la saracinesca dei propri esercizi commerciali. “Penso – ha detto – alle pizzerie, ai ristoranti”. “La ripresa economica – ha rimarcato – e’ dura e il governo arriva con lentezza o non arriva proprio a dare liquidita’. È una situazione difficile ma la citta’ e’ forte e con tanta creativita’”.

Ai conduttori che gli chiedevano un giudizio sull’esecutivo, de Magistris si e’ detto “deluso dal governo per lentezza, assenza di visione, promesse e impegni traditi”. “Penso – ha spiegato – ai Comuni dove non e’ arrivato nulla” e ora a rischio “sono i servizi e senza questi come riparte il Paese? Altri, invece – ha rimarcato -, come la criminalita’, stanno immettendo molta liquidita’”. La criminalita’ “sta gia’ operando da sud a nord e questo e’ evidente ma, anche questo, e’ sottovalutato”. “Non metto in dubbio il lavoro e l’esperienza del ministro Lamorgese – ha poi concluso de Magistris – ma se la criminalita’ arriva prima dello Stato nel portare liquidita’ a imprenditori e cittadini si possono fare tutte le circolari che si vogliono ma quello che serve sono iniezioni di liquidita’. Noi, comunque, non ci facciamo fiaccare da un governo lento”. 

DE MAGISTRIS: “A LAVORO PER CREARE VILLAGGIO VACANZE NAPOLI SICURO”

“Stiamo lavorando per creare un ‘villaggio vacanze Napoli sicuro’“. Lo ha detto il sindaco Luigi de Magistris parlando a Radio24 sulla ripresa del turismo in vista delle prossime vacanze estive. Il primo cittadino si e’ ritrovato a commentare l’intervento di Christian Solinas, presidente della regione Sardegna, che ipotizza per l’isola un “passaporto di negativita’” al Covid-19 per sbarcare sull’isola nei prossimi mesi estivi.

LEGGI ANCHE: Sardegna, Solinas: “Test per chi arriva? Verrà rimborsato”

Una misura necessaria e fattibile, ha spiegato il governatore, visto che l’Isola si appresta ad essere, tra breve, un territorio “free” Coronavirus. Grazie al “passaporto” sara’ possibile mantenere la Sardegna fuori dall’area contagi e garantire “vacanze degne di questo nome”.

LEGGI ANCHE: Solinas: “In Sardegna le spiagge libere rimarranno gratuite”

Una soluzione che, seppur impraticabile per una citta’ della terraferma, trova il plauso di de Magistris che, partendo dal basso numero dei contagi registrati in citta’, punta proprio a turismo e cultura per rilanciare Napoli. Certo, avverte, “non ci saranno i numeri dei mesi passati ma e’ da qui che dobbiamo ripartire”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

21 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»