Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Pediatria, edizione del 21 maggio 2020

È online l'edizione settimanale del Tg Pediatria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MATURITÀ. SIP: RISPETTANDO REGOLE SARÀ IN PIENA SICUREZZA

“Bisognerà rispettare tutte le regole già note: il distanziamento sociale, l’igiene delle mani e indossare la mascherina quando serve. L’esame di maturità potrà così essere svolto nella tutela e garanzia della salute e in piena sicurezza per gli studenti, gli operatori della scuola e le famiglie”. Lo dichiara Alberto Villani, membro del comitato tecnico scientifico e presidente della Sip.

FASE DUE. SICUPP: 98% PEDIATRI SEGNALA AUMENTO DISAGI NEI BIMBI

“Il 98% dei pediatri di famiglia segnala un aumento di comportamenti problematici nei bambini. Nel 20% dei casi è visibile in tutte le età, nel restante 80% solo in preadolescenti e adolescenti”. A dirlo è Flavia Ceschin, vicepresidente Sicupp, che ha lanciato una indagine tra i suoi 2.000 iscritti.

FASE DUE. LA PEDIATRA: BIMBI POSSONO STARE MALE SE ESCONO

“I bambini sono estremamente abitudinari. Quelli che prima erano abituati a uscire sono stati male a casa, e quelli che si sono abituati a vivere in casa stanno male quando escono”. Lo dichiara, a Radio inBlu, Margherita Caroli, pediatra e nutrizionista della Sipps che elenca alcuni suggerimenti per lo svago e la salute dei più piccoli.

SINDROMI INFIAMMATORIE O KAWACOVID? DUE IPOTESI ALLA BASE

Ormai si parla di KawaCovid o di sindromi infiammatorie simil kawasaki. Nel mondo scientifico circolano, dunque, due ipotesi di base. Fa chiarezza Angelo Ravelli, segretario del gruppo di studio di Reumatologia Sip. Il primo gruppo nel mondo occidentale a diffondere l’allerta di un aumento di frequenza di casi di bambini che avevano sviluppato caratteristiche simili alla malattia di kawasaki.

FASE DUE. SIP: POTENZIALI COMPLICAZIONI PER ALLERGICI POSITIVI COVID-19

“Potenzialmente le persone allergiche e asmatiche potrebbero avere delle complicazioni con l’insorgenza della Covid-19. Gli asmatici però, se sono in trattamento continuativo, rispondono meglio al virus e hanno meno complicazioni rispetto ai soggetti non allergici e positivi al Coronavirus”. Lo dichiara Diego Peroni, membro del Consiglio direttivo della Sip e professore ordinario di Pediatria all’Università di Pisa.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»