fbpx

Tg Politico, edizione del 21 maggio 2019

SALVINI RILANCIA, SCONTRO TRIA-M5S

Resta alta la tensione nel governo dopo che il decreto sicurezza bis e il provvedimento per la famiglia sono slittati. Matteo Salvini cerca la prova di forza e avvisa: “E’ pronto, possiamo approvarlo domani in Cdm”. Il premier Giuseppe Conte frena perche’ il decreto è al vaglio del Quirinale. I 5 stelle aprono un altro fronte con il ministro dell’Economia Giovanni Tria che, sul sostegno alle famiglie, dice che mancano le coperture. Secca la replica del Movimento: “Le coperture ci sono le ha certificate l’Inps”.

ZINGARETTI CHIEDE LA SVOLTA VERDE: VALE 50 MILIARDI

Una mozione per l’emergenza clima che sposti l’attenzione sul tema della sostenibilità, unica via possibile per produrre lavoro e benessere. A presentarla il Pd al Senato con il segretario Nicola Zingaretti. I senatori dem chiedono al Governo lo stato di emergenza ambientale e climatica e l’utilizzo dei circa 50 miliardi tra contributi europei e fondi italiani. “Una svolta verde”, dice Zingaretti sulla quale chiama alla coerenza le forze di governo.

CONVENZIONE SCADUTA, ORE DECISIVE PER RADIO RADICALE

Sono ore decisive per Radio Radicale. La  convenzione con il Ministero dello Sviluppo Economico è scaduta ieri. Senza proroga, avverte il direttore Alessio Falconio, l’attività può andare avanti per poche settimane. Il deputato del Pd, Roberto Giachetti, dall’ospedale dove è ricoverato per lo sciopero della fame e della sete, si appella ai presidenti delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera perché ammettano gli emendamenti che propongono una proroga di sei mesi dell’attività della radio. A proporli Pd, Forza Italia ma anche la Lega.

MATTARELLA AL MEMORIALE DELLA SHOAH

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha visitato il memoriale della Shoah a Milano. Accolto dalla senatrice a vita, Liliana Segre, Mattarella ha visitato il museo che ricorda la deportazione degli ebrei. “Grazie alla Fondazione un luogo di abiezione è diventato un luogo di riscatto” ha detto Mattarella, definito da Segre “presidente galantuomo”. Nel capoluogo lombardo il Capo dello Stato ha fatto visita anche all’Istituto oncologico, fondato da Umberto Veronesi. Medico e scienziato- ha ricordato Mattarella- ma anche ministro esemplare per lo spirito collaborativo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

21 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»