Migranti, il vescovo di Mazara del Vallo: “Salvini rinnega il comandamento dell’amore”

"Gli elettori della Lega dovrebbero pensare due volte a quello che fanno"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – “Basta leggere fino in fondo il Vangelo, non limitarsi a impugnarlo. Gesù ci dice che tutto ciò che facciamo a nostro fratello è fatto a lui stesso, sia quando diamo sollievo sia quando neghiamo cibo, acqua conforto e accoglienza a qualsiasi uomo, di qualunque provenienza e condizione. È il comandamento dell’amore che Salvini, con la sua politica dei porti chiusi, rinnega. Per lo stesso motivo, chi plaude alla sua propaganda non può dirsi cristiano”. Così il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero, ritorna sulla polemica nata ieri da alcune sue esternazioni nei confronti del ministro dell’Interno.

“Gli elettori della Lega dovrebbero pensare due volte a quello che fanno”, spiega Mogavero in una intervista al ‘Giornale di Sicilia’ e aggiunge: “La filosofia di Salvini non è solo contraria al messaggio evangelico, ma anche alla nostra mentalità, di apertura e accoglienza, che oggi, proprio sotto la spinta della propaganda sovranista e dei messaggi martellanti del vicepremier, sta cambiando in modo pericoloso, diventando sempre più chiusa”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

21 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»