Di Maio: “Lega nervosa, sta diventando paranoica”. Salvini assicura: “Da lunedì il governo va avanti”

Clima ancora teso tra i due vicepremier in vista delle elezioni europee di domenica 26 maggio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Vedo del nervosismo nella Lega. Leggo che il viceministro Rixi dice che i 5 stelle sono il partito delle Procure. Stanno diventando paranoici”. Lo dice Luigi Di Maio, vicepremier e ministro, a ‘Mattino Cinque’ su Canale 5. Ieri, aggiunge, “c’e’ stato un attacco al premier Conte ingiusto. Capisco che sono nervosi perche’ siamo in campagna elettorale”. Per Di Maio “la Lega è diventata nervosa e a non farsi sentire piu’ dopo la nostra richiesta di dimissioni di Siri”.

SALVINI? LASCIAMO IN PACE LA MADONNA, HA ALTRO A CUI PENSARE

“Sinceramente l’unica cosa che mi ha colpito un po’ sono stati i fischi a Papa Francesco. Scomodare la Madonna” per chiederle “di farti vincere le Europee… penso che la Madonna abbia altro a cui pensare, lasciamola in pace”, dice Di Maio rispondendo a una domanda sull’effetto che gli ha fatto vedere domenica Salvini in piazza Duomo con il rosario e chiedere a Maria di guidarlo.

BASTA MINACCIARE CRISI, IO VOGLIO ANDARE AVANTI

“Non si puo’ minacciare una crisi di governo ogni giorno, io voglio andare avanti, ma credo che si debbano dire le cose quando non vanno bene”.

SALVINI: NESSUN REGOLAMENTO CONTI, DA LUNEDÌ GOVERNO VA AVANTI

“Il voto per la Lega lo chiedo non per regolare i conti in Italia ma per cambiare l’Europa”. Lo dice Matteo Salvini a ‘Unomattina’ su Raiuno. “Per me- prosegue- da lunedi’ il governo va avanti, basta che tutti mantengano gli impegni. Io mantengo la parola, poi pero’ bisogna essere in due”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

21 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»