Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tennis, ottavo trionfo: Rafa Nadal vince gli Internazionali d’Italia

Lo spagnolo si è imposto nella finale del singolare maschile che si è disputata sul campo Centrale battendo il tedesco Alexander Zverev
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ancora Rafa Nadal. E’ lo spagnolo il trionfatore degli Internazionali di tennis d’Italia, appena terminati a Roma: si è imposto nella finale del singolare maschile che si è disputata sul campo Centrale battendo il tedesco Alexander Zverev, detentore in carica del titolo, per 6-1, 1-6, 6-3.

Per Nadal, che grazie a questa vittoria tornerà numero uno del mondo, si tratta dell’ottavo successo sui campi in terra rossa del Foro Italico

L’incontro è stato sospeso per pioggia al quinto game del terzo set, è ripreso dopo circa 10 minuti di interruzione ma è stato fermato di nuovo per permettere la copertura del campo con i teloni, con i giocatori costretti a rientrare negli spogliatoi. Il match è poi ripreso pochi minuti prima delle 19.

Personalità e vip in tribuna

In tribuna ad assistere alla finale anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, seduta tra il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e il numero uno della Federtennis, Angelo Binaghi. Tra le varie personalità e vip, presenti poi il commissario straordinario della Federcalcio, Roberto Fabbricini, la campionessa paralimpica Bebe Vio, l’attrice Valeria Solarino, il regista Nanni Moretti e il cantante Fedez.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»