A Modena più controlli e sanzioni contro i pirati della strada… In bicicletta

Scattano più controlli, ed eventuali sanzioni, da
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

attarversamenti bici modenaScattano più controlli, ed eventuali sanzioni, da parte della Polizia municipale a Modena a favore della “sicurezza di pedoni e ciclisti”. Sono soprattutto le scorrettezze a livello di attraversamenti e intersezioni stradali “i comportamenti più pericolosi per i ciclisti che, con la bella stagione, percorrono numerosi le strade cittadine”. Lo confermano i primi esiti della campagna di controlli e sensibilizzazione avviata ad hoc dalla Polizia municipale. L’obiettivo ora è favorire comportamenti corretti da parte di tutti gli utenti della strada: da parte dei ciclisti, affinché non mettano a repentaglio la loro sicurezza, e al tempo stesso, da parte degli automobilisti, perché prestino più attenzione agli utenti deboli della strada.

Ogni giorno, almeno una pattuglia è impegnata in controlli stradali specifici nelle arterie principali e nelle intersezioni stradali più significative. Lo scorso anno a Modena si sono verificati 1.170 incidenti stradali con 1.170 feriti e 9 decessi. Sul numero totale dei feriti, per circa l’8% si è trattato di pedoni e per il 15% di ciclisti; per quattro di questi l’incidente ha avuto esito mortale. Per promuovere “comportamenti auto tutelanti” da parte dei ciclisti, oltre a controllare e se necessario sanzionare, gli agenti della municipale sono impegnati a dare informazioni sull’uso corretto della bicicletta, degli attraversamenti ciclabili, delle rotatorie, anche distribuendo materiale informativo. Contestualmente, “i controlli stradali interesseranno la vigilanza dei comportamenti dei pedoni sulla strada e il controllo dei comportamenti che gli automobilisti hanno verso i pedoni”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»