VIDEO | Recovery, Falcomatà: “A Draghi chiediamo gestione diretta e regole d’ingaggio”

Così alla Dire il sindaco metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà intervenuto alla riunione dei sindaci metropolitani di Anci con il presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – “Al presidente Draghi abbiamo posto quattro punti essenziali: gestire direttamente senza filtri ed intermediari le risorse che arriveranno dal programma del Recovery fund, finanziare tutte le proposte dei Comuni nell’ambito dei bandi previsti dai vari ministeri ad esempio quello di Qualità abitare, un reclutamento diretto di professionisti che possano portare avanti in termini rapidi le proposte individuate dai Comuni e Città metropolitane, le regole d’ingaggio”. Così alla Dire il sindaco metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà intervenuto alla riunione dei sindaci metropolitani di Anci con il presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi.

“Come responsabile Anci Mezzogiorno e Coesione – ha aggiunto – ho chiesto che il governo riveda seriamente quelle che sono le percentuali di distribuzione delle risorse nel programma del Recovery fund Next generation UE. Il 37% non ci soddisfa. Bisogna applicare – ha precisato – le linee guida dell’Unione europea sulla distribuzione delle risorse che devono andare, soprattutto come evidenziato da Svimez, a quelle Regioni che sono più indietro nel programma di crescita economica nel nostro Paese.
Questa – ha concluso Falcomatà – è l’ultima occasione, per la nostra Città metropolitana per diventare competitivi non solo rispetto alle altre Regioni del centro-nord, ma anche con altre realtà europee”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»