Di Maio: “Con Salvini si possono fare cose molto importanti”

"Ieri l'Italia ha fatto pace col suo passato e puo' iniziare a creare un futuro senza scheletri nell'armadio e senza fantasmi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

“Con la Lega di Matteo Salvini si puo’ fare un buon lavoro. Possiamo fare cose molto importanti. So benissimo il momento politico che la Lega sta passando. Ho avuto modo di testare la sua affiabilita’ per quanto riguarda le alte cariche del parlamento e sono sicuro che la Lega” se sottoscrivera’ il contratto con il M5s “terra’ fede ai patti. Aspettiamo le deduzioni del presidente della Repubblica. Ma possiamo fare grandi cose e io ce la mettero’ tutta”. Lo dice Luigi Di Maio al Salone del mobile di Milano.

“DELLA CANANEA PRONTO, CONTRATTAZIONE CON LEGA E PD”

“Ieri ho incontrato il professore Giacinto Della Cananea che ha pronto il lavoro istruttorio per passare ai contratti di governo. Ha gia’ individuato i punti di contatto tra le forze politiche, tra noi e la Lega a e tra noi e il Pd”. Lo dice Luigi Di Maio al Salone del Mobile di Milano.

Di Maio aggiunge che avviera’ “la contrattazione sui temi specifici”.

“DA IERI NUOVO FUTURO SENZA FANTASMI E SCHELETRI NELL’ARMADIO”

“Da ieri siamo in un momento in cui stiamo riscrivendo i libri di storia, si sta scrivendo un nuovo futuro. La sentenza di Palermo e’ uno spartiacque. Ieri l’Italia ha fatto pace col suo passato e puo’ iniziare a creare un futuro senza scheletri nell’armadio e senza fantasmi”. Cosi’ Luigi Di Maio parlando al Salone del Mobile di Milano.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»