Google Chrome blocco anti spot invadenti

Nel mirino di Big G. le insopportabili e improvvise pop up
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Google Chrome blocco anti spotROMA – La misura della pazienza deve essere proprio colma se anche Google ha deciso per un sistema di ad-blocking. Un sistema, cioè, per bloccare tutte quelle pubblicità che si aprono improvvisamente nel corso della navigazione web.

Google Chrome blocco anti spot

Ad ospitare l’ad-blocking sarà il browser Chrome sia nella sua versione mobile che in quella pc. L’indiscrezione sulle intenzioni di Google arriva dal Wall Street Journal. Stando al quotidiano, Big G. sarebbe pronto a bloccare tutti gli spot considerati invadenti. Nel mirino quindi le pop-up, le pubblicità a tutto schermo e quelle che partono in automatico mentre si visitano le pagine web. Una vera e propria “mazzata” per gli inserzionisti visto che il browser di Google è in uso su quasi il 60 per cento dei dispositivi in grado di navigare in Rete. La scelta non deve essere facile visto gli introiti pubblicitari miliardari dello stesso Google. Il colosso del web, al momento, è in collaborazione con la Coalition for Better Ads e nei loro intenti non c’è la cancellazione in toto delle pubblicità ma solo una selezione delle stesse. In poche parole spot più selezionati, meno invadenti e quindi più graditi al pubblico.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»