Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Camere, c’è anche chi scommette. Per i bookmaker Montecitorio ai 5 stelle, Senato alla Lega

Ma non sono esclusi colpi di scena, come la poltrona più alta di Montecitorio ad un outsider
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il primo passaggio fondamentale per capire quale sarà la maggioranza di Governo avverrà venerdì 23 marzo, con la prima seduta del Parlamento e il voto dei presidenti di Camera e Senato.

Il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio è deciso a ottenere lo scranno più alto di Montecitorio e, anche per i bookmaker, questa è l’ipotesi più probabile in lavagna, offerta a 1,50 dalla sigla SoftBet24, davanti alla Lega a 2,50 e a Forza Italia a 3 volte la scommessa. Lontani Fratelli d’Italia (a 20,00) e il Pd (a 25,00).

I bookmaker, riporta Agipronews, sono più indecisi riguardo al nome del prossimo presidente: Riccardo Fraccaro si gioca a 1,50, il giornalista Emilio Carelli segue a 1,55, tallonato da Roberto Fico a 1,60. La quota sale a 2,50 per il leghista Giancarlo Giorgetti, mentre Mariastella Gelmini vale 10 volte la posta. L’ex vicepresidente della Camera Roberto Giachetti del Pd è lontano a 25,00, stessa quota anche per l’ex ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini. Ultima ipotesi in lavagna, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, a 50 volte la scommessa.

Il colpo di scena, la possibilità che invece venga eletto un outsider non presente in questo elenco, si gioca a 4,00.

Se la presidenza della Camera andrà al Movimento 5 Stelle, è facile prevedere che alla guida del Senato vada un esponente della Lega: ne sono convinti i bookmaker che offrono Palazzo Madama al partito di Matteo Salvini a 1,50 con l’elezione di Giulia Bongiorno a 1,50, seguita da Roberto Calderoli a 1,75. L’ipotesi di un Senato a guida 5Stelle si gioca invece a 2,50, stessa quota per Danilo Toninelli presidente; Forza Italia insegue a 3 volte la scommessa, con Anna Maria Bernini a 10,00. Si gioca a 25,00 l’elezione di Emma Bonino, con Luigi Zanda del Pd a 50 volte la posta.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»