Covid, Zaia: “Gestione Ue non ottimale, dirlo non è essere antieuropei”

luca zaia
"L'Europa sui vaccini ha mostrato tutte le sue debolezze", dice Zaia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Per quel che riguarda la campagna vaccinale e il ruolo dell’Unione europea “è evidente che la gestione non è ottimale ma” dire “questo non vuol dire essere antieruopei”. Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, lo dice a ‘In mezz’ora in più’ su Rai 3.

“L’Europa sui vaccini ha mostrato tutte le sue debolezze”, dice Zaia, ad esempio “essere contattati da intermediari” che offrono partite di vaccini “vuol dire che l’Europa non ha occupato tutto lo spazio che poteva occupare”. L’opinione, dice il presidente della Regione Veneto, potrebbe cambiare se Bruxelles “mostrasse i contratti di fornitura, ma ad oggi questo non è accaduto”.

LEGGI ANCHE: Astrazeneca: “Rispetteremo gli impegni. Forniamo vaccini solo ai governi, non ai privati”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»