Monitor Italia, Conte vs Renzi? Gli italiani tifano per il presidente del Consiglio

Il sondaggio nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e Istituto Tecné indica in aumento i consensi per il Pd. Lega primo partito
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nel “braccio di ferro” tra Giuseppe Conte e Matteo Renzi l’Italia tifa per il presidente del Consiglio. E’ quanto emerge dal sondaggio di Monitor Italia, nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e Istituto Tecne’, con interviste effettuate il 20-21 febbraio. La domanda rivolta ai mille intervistati è: “Il braccio di ferro tra Conte e Renzi: con chi si schiererebbe?”. Il 39% risponde con Conte; il 15% con Renzi, ben il 46% “non sa” o “nessuno dei due”. La stessa domanda, rivolta agli elettori del Pd, registra un grande successo del premier. Il 78% degli intervistati tifa per lui; il 16% per Renzi, il 6% non sa o nessuno dei due.

AUMENTA LA FIDUCIA NEL GOVERNO

Cresce la fiducia nel governo Conte, al punto più alto del 2020. Il 27,1% degli italiani esprimono fiducia nell’esecutivo ‘giallorosso’. 

La fiducia cresce rispetto al rilevamento dell’ultima settimana (+0,7). Contestualmente cala chi dice di non aver fiducia nel governo. Sono il 67,2% degli intervistati, a fine gennaio erano 70 su 100. Il 5,7% è senza opinione.

LEGA PRIMA, IL PD CRESCE

Lega stabilmente primo partito d’Italia col 30,6% delle preferenze. Alle sue spalle cresce (seppur poco) il Pd, fa meglio Fratelli d’Italia, cala il Movimento cinque stelle. E’ quanto emerge dal sondaggio di Monitor Italia, nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e Istituto Tecne’, con interviste effettuate il 20-21 febbraio. Il partito di Nicola Zingaretti guadagna uno 0,2% e si attesta a 21. Fdi cresce dello 0,4 (nessuno fa un passo così lunto nell’ultima settimana) e registra il 12,6% delle preferenze. Ormai il partito di Giorgia Meloni ha messo nel mirino i Cinque stelle, che continuano a cadere. Perdono lo 0,2 e franano al 13,3%. In calo anche Forza Italia (7,1%), Italia Viva (3,9%) e la Sinistra (2,5%). Cresce dello 0,1% Azione, il partito di Carlo Calenda oggi accreditato del 2,4.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»