Siracusa, sequestrati impianti Versalis e Sasol: 19 indagati

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print PALERMO - Sequestro preventivo per gli stabilimenti Versalis Spa di
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Sequestro preventivo per gli stabilimenti Versalis Spa di Priolo e Sasol Spa di Augusta. Il provvedimento, deciso dal gip del Tribunale di Siracusa, è stato eseguito da carabinieri e guardia di finanza nell’ambito di una inchiesta che vede 19 indagati.

Le indagini, coordinate dalla Procura aretusea, avrebbero accertato “emissioni inquinanti nell’atmosfera” da parte degli impianti nel periodo che va da gennaio 2014 e a giugno 2016. Sequestrati anche i depuratori Tas di Priolo Servizi Scpa di Melilli e Ias spa di Priolo Gargallo.

L’inchiesta, denominata ‘No Fly’, è stata coordinata dal procuratore Fabio Scavone e diretta dai sostituti Tommaso Pagano, Salvatore Grillo e Davide Lucignani. A far partire l’indagine, sfociata nel sequestro, una serie di esposti e denunce arrivati in Procura e alle forze dell’ordine: da qui la decisione di nominare un collegio di consulenti tecnici che “ha accertato – spiegano gli inquirenti – la natura inquinante e molesta, sotto il profilo odorigeno, delle immissioni aeree degli stabilimenti e dei depuratori. Il sequestro è stato eseguito dai carabinieri del Comando provinciale e dai finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Siracusa, insieme con il Noe di Catania e l’Asp. Il provvedimento consente comunque “la continuità di esercizio” degli impianti che restano in funzione.

di Salvo Cataldo

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»