Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Stadio Roma, Berdini: “Mi auguro che non venga fatto”

Non lascia spazio a interpretazioni il pensiero dell'ex assessore all'Urbanistica della Giunta Raggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Mi auguro che non venga fatto”. Non lascia spazio a interpretazioni il pensiero di Paolo Berdini, ex assessore all’Urbanistica della Giunta Raggi, intervistato su Centro Suono Sport, a proposito del nuovo stadio della Roma. Contrario alla costruzione, spiega cosi’ il suo pensiero: “Nel progetto che ho avuto l’onere e il piacere di visionare, c’era nel pacchetto delle opere che il privato faceva con grande beneficenza all’amministrazione pubblica, ma che pagavamo noi perchè stava nella lavagnetta dei passivi, 7 milioni per la costruzione delle pompe idrovore”.

Una nazione come l’Olanda e’ costruita su terreni di riporto rubati al mare e non fanno queste follie

Nello specifico, “in una zona in cui c’e’ l’argine del Tevere”, c’e’ “una grande vasca di 140 ettari. Quando piove con la violenza del cambiamento climatico che viviamo, la vasca si riempie e allora c’era bisogno per stare in sicurezza, nell’unica città al mondo che fa una pazzia del genere, avremmo dovuto caricarci del costo di 7 milioni per realizzare le pompe idrovore e farle funzionare nei momenti di emergenza. È normale questo? Una nazione come l’Olanda e’ costruita su terreni di riporto rubati al mare e non fanno queste follie. Ci sono altre aree del territorio romano che potevano servire“. Quella di Tor di Valle “e’ un’area scellerata che mette a rischio l’incolumita’ delle persone”, quindi “perche’ non farla in una collina amena della citta’ di Roma? Evidentemente ci sono interessi della proprietà del terreno”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»