Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Bologna birra gratis a chi strappa la tessera elettorale

Il collettivo Hobo a Bologna ha organizzato la serata "No astensione no party"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – “Se vuoi mandarli tutti a casa perché non credi più alle loro promesse, porta la tua tessera elettorale, e se la strappi ti regaliamo una birra“. Questa l’ultima idea lanciata dal collettivo Hobo, che con un post sulla propria pagina Facebook promette una birra gratis a chi straccerà la propria tessera elettorale in occasione dell’evento ‘Trash a Scipol with Itr: no astensione no party!‘, organizzato dal collettivo per la sera di giovedì 1 marzo alla facoltà di Scienze politiche, in strada Maggiore 45 a Bologna.

Ieri pomeriggio Hobo ha anche postato, sempre sulla propria pagina Facebook, le foto di alcuni cartelli attaccati durante un blitz negli uffici comunali di piazza Liber Paradisus. Nel mirino, in particolare, il leader della Lega nord Matteo Salvini, che ieri sera ha tenuto un comizio proprio a Bologna. In sintesi, il collettivo promette di “realizzare le promesse” di Salvini e di altri leader politici “non pagando più le tasse che poi vengono utilizzate per pagare la scorta a lui e a Renzi”, a cominciare dalla Tari. Questo perché, si legge nel post di Hobo, “Salvini, il Pd e gli altri partiti promettono di eliminare le tasse che ci strangolano, però una volta eletti ne inventano di nuove per continuare a realizzare i vizi della casta”. Infine, il collettivo lancia un ultimo attacco al leader leghista, scrivendo che “per permettere il suo spettacolo” di ieri sera “un’intera città è stata bloccata, con migliaia di euro buttati per decine di camionette di polizia: questi politicanti- concludono da Hobo- parlano tanto di taglio ai costi, mentre il vero costo sono loro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»