Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Pd, Emiliano resta e (forse) si candida. Boccia: “Ha a cuore le sorti del Partito”

[caption id="attachment_107219" align="aligncenter" width="700"] Emiliano arriva alla direzione Pd con il discorso da
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Emiliano arriva alla direzione Pd con il discorso da candidato in mano

ROMA – Michele Emiliano ha maturato la decisione di restare nel Pd. Fonti a lui vicine spiegano che il governatore pugliese si e’ confrontato nelle scorse ore con i parlamentari di area ed ha deciso di restare nel Partito Democratico. Se ci saranno le condizioni, ha detto loro Emiliano, sara’ valutata anche la possibilita’ di candidarsi.

“Non abbiamo mai detto che Renzi e la Boschi sono quelli che dicevano che se avessero perso il referendum costituzionale avrebbero lasciato la politica e invece sono ancora qui”. Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, in diretta a L’Aria che tira, su La7. “E oggi- aggiunge- trovo surreale che il problema sarebbe Michele Emiliano che avrebbe moderato i toni? Emiliano avendo a cuore le sorti del PD, ricevendo centinaia di migliaia di mail e messaggi di militanti, sta provando fino all’ultimo istante a salvare il PD. Con non poca sofferenza sta cercando da giorni di mediare con una persona che non ha mai voluto mediare e che, invece di partecipare all’ultima direzione dice di partire per gli USA, perdendo un’altra occasione di confronto nel partito”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»