hamburger menu

Covid, Ricciardi: “Ottima estate poi ci sarà una nuova ondata, serviranno scelte impopolari”

"Non sono un alfiere del terrore, Bill Gates ci ha sempre preso"

WALTER RICCIARDI

ROMA – “Avremo una primavera buona e probabilmente un’estate ottima ma poi il virus ritornerà a circolare perché noi il virus lo inseguiamo ma non l’anticipiamo e quindi lui torna a farsi sentire. Sono due anni che c’è questo circolo, nella speranza che non arrivino varianti più pericolose. L’immunità che ci dà il vaccino, che è un salvavita, perché fa la differenza tra la vita e la morte tra l’ospedalizzazione ed il benessere, però non protegge dalla circolazione del virus, perlomeno non protegge completamente. Dobbiamo affiancare alla vaccinazione anche altre scelte impopolari che però ci consentono di vivere tranquillamente”. Lo afferma Walter Ricciardi, docente di Igiene all’università Cattolica e consigliere scientifico del ministro della Salute Roberto Speranza, a 24 Mattino su Radio 24.

RICCIARDI: “NON SONO UN ALFIERE DEL TERRORE, BILL GATES CI HA SEMPRE PRESO

 “Sono due anni che tutto il mondo e anche l’Italia è alle prese con questa pandemia e ciò dimostra che non sono un alfiere del terrore. Piuttosto sono il suggeritore di soluzioni basate sull’evidenza scientifica che non sono state seguite così siamo ancora nella pandemia. Se guardo a ritroso non mi sembra di aver fatto errori”, prosegue il consigliere scientifico del ministro della Salute, Roberto Speranza. 

Ricciardi su Bill Gates dichiara: “Ci ha sempre preso, è dal 2013 che avverte, l’ha fatto in uno speech Ted, la sua copertina su Time dice esattamente questo, aveva predetto una pandemia. Vuole metterci in guardia, vuole dirci, preparatevi. Tutti quelli che dicono la verità non la dicono perché sono dei menagramo ma la dicono perché vogliono cercare di evitare i problemi. Bill Gates fin qui ci ha sempre preso ribadisco”, conclude. 

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-21T16:03:51+02:00