hamburger menu

Genitori via dal pronto soccorso di Locri con bimba in pericolo di vita

I carabinieri hanno rintracciato la giovane coppia che aveva accompagnato all'ospedale cittadino la figlia che lamentava forti dolori

carabinieri_locri-min

REGGIO CALABRIA – Una bambina di due anni di Locri (Reggio Calabria), in imminente stato di pericolo a seguito di alcune analisi mediche, è stata salvata dall’intervento dei carabinieri che sono riusciti a rintracciare la famiglia dopo una segnalazione del medico di turno al Pronto soccorso di Locri.

Nei giorni scorsi una giovane coppia ha accompagnato all’ospedale cittadino la figlia che lamentava forti dolori. Una volta effettuati gli esami di laboratorio, il personale sanitario ha riscontrato un anomalo valore delle piastrine della bambina tanto basso da considerare la piccola in imminente pericolo di vita e predisponendo perciò l’immediato trasferimento al vicino Gom di Reggio Calabria per cure mediche specifiche. E quando il medico del Pronto soccorso ha cercato i genitori per informarli ha scoperto che insieme alla bambina si erano allontanati dall’ospedale senza dare alcun avviso.

La delicata situazione è stata segnalata ai carabinieri i quali hanno rintracciato la famiglia che ha acconsentito al trasferimento e al ricovero della bambina all’ospedale di Reggio Calabria dove le condizioni della piccola sono migliorate.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-21T11:34:47+02:00