Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 21 gennaio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CONTE ACCELERA: GRUPPO CENTRISTA E RIMPASTO

Per andare avanti il governo Conte bis ha bisogno di rafforzare la maggioranza. E deve farlo subito perchè già mercoledì prossimo rischia di inciampare sulla relazione del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, che Matteo Renzi ha annunciato di voler bocciare insieme ai voti di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. L’obiettivo del centrosinistra è far nascere un gruppo di volenterosi a Palazzo Madama, una sorta di “quarta gamba” che consenta all’esecutivo di raggiungere la maggioranza assoluta al Senato e la stabilità politica chiesta dal Quirinale. Il Capo dello Stato, dopo il colloquio di ieri con il premier Giuseppe Conte, ha ricevuto i leader del centrodestra.
Intanto, domani partirà il confronto tra governo e parti sociali sul Recovery Plan. Il presidente del Consiglio, infatti, ha convocato i sindacati per un incontro sollecitato più volte da Cgil, Cisl e Uil.

MAXI OPERAZIONE CONTRO LA NDRANGHETA

Maxi-operazione contro la ‘ndrangheta questa mattina in Calabria quando su richiesta della procura antimafia di Catanzaro guidata da Nicola Gratteri sono scattati 48 arresti. Nel mirino degli inquirenti appalti in cambio di pacchetti di voti e movimenti illegali di denaro per 300 milioni. Alle prime luci dell’alba, a Roma, perquisita anche la casa di Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell’Udc, indagato per associazione a delinquere aggravata dal metodo mafioso. Cesa, che si è dichiarato totalmente estraneo ai fatti contestati che risalgono al 2017, ha chiesto di essere ascoltato quanto prima dalla procura. Nel frattempo ha rassegnato con effetto immediato le dimissioni dal partito. Solidarietà all’Udc e a Cesa espressa da Fratelli d’Italia e Forza Italia.

GIOSTRAI IN PIAZZA: FATECI RIAPRIRE

I giostrai itineranti scendono in piazza. Una settantina di gestori di luna park mobili si sono dati appuntamento questa mattina in piazza Montecitorio per chiedere al governo di riaprire le loro attività. “Siamo chiusi da quasi un anno”, denunciano. Lo scoglio è rappresentato anche dai sindaci: vietando fiere e sagre molti primi cittadini hanno emanato norme più restrittive di quelle nazionali, e i luna park sono rimasti chiusi. “Siamo un’attività all’aperto e rispettiamo le direttive- assicurano gli esercenti- mascherine, distanziamento, contingentamento. Non è solo una questione di soldi ma di dignità”.

100 ANNI FA NASCEVA IL PARTITO COMUNISTA

Cento anni fa nasceva il Partito comunista italiano. Nell’ex teatro san Marco di Livorno, dalla scissione del Partito socialista, prendeva le mosse la storia di quello che sarebbe stato il piu’ grande partito comunista d’Occidente. “Sì identificò nella Repubblica, nelle lotte per i lavoratori, nei diritti e nei giovani”, ricorda oggi Nicola Zingaretti, segretario del Pd, che parla di “un grande partito nazionale, fondatore della Repubblica, tra i principali protagonisti della lotta al nazifascismo”. E un folto numero di ex dirigenti comunisti si e’ ritrovato sul piazzale della Cgil a Roma per l’ultimo saluto a Emanuele Macaluso, gia’ parlamentare del Pci e direttore dell’Unita’. “Dallo zolfo alle stelle, quella di Macaluso e’ una luce che non si spegne”, dice il ministro Peppe Provenzano.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»