Vaccino, Ue: “Ritardi Pfizer saranno recuperati per metà febbraio”

vaccino covid
I ritardi nella consegna sono dovuti, secondo l'azienda produttrice, a lavori effettuati nello stabilimento di Puurs in Belgio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Alessio Pisanò

BRUXELLES – “I ritardi accumulati questa settimana nella consegna delle dosi dei vaccini saranno recuperati entro metà febbraio in tutti gli Stati membri“. Lo ha affermato un portavoce della Commissione europea in conferenza stampa, in riferimento ai prodotti delle aziende Pfizer e BioNTech. I ritardi nella consegna – nel complesso circa il 35-40% di dosi in meno – sono dovuti, secondo l’azienda produttrice, a lavori effettuati nello stabilimento di Puurs in Belgio.

L’approvvigionamento dei vaccini, il proseguo delle campagne immunizzazione nazionali ed eventuali ulteriori restrizioni in chiave anti-Covid-19, saranno oggetto di discussione di un summit in videoconferenza tra capi di Stato e di governo dell’Ue in programma oggi pomeriggio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»