Governo, Bellanova: “Conte arrogante. E in Cdm io destinataria di battute infelici”

Lo ha detto l'ex ministra dell'Agricoltura di Italia Viva ai microfoni di Rtl 102.5
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Da parte di Conte c’è stato un atteggiamento di chiusura e di arroganza fino all’ultimo momento, in cui noi gli abbiamo annunciato le nostre dimissioni non si è nemmeno degnato di rispondere, forse cercava già i responsabili. Era per lui più importante avere l’ok della segretaria di Berlusconi. In questi mesi ho messo l’anima per le deleghe che avevo e non mi sono mai sottratta, ho svolto con lealtà mia funzione e mi aspettavo maggiore ascolto”. Lo ha detto l’ex ministra dell’Agricoltura di Iv, Teresa Bellanova ai microfoni di Rtl 102.5.

IO DESTINATARIA BATTUTE INFELICI IN CDM

“Sì è vero” sono stata “destinataria di battute infelici da parte di alcuni componenti del Cdm”. Lo ha detto l’ex ministra dell’Agricoltura di Iv, Teresa Bellanova ai microfoni di Rtl 102.5.

PREMIER TIENE BLOCCATO PAESE SOLO PER LA SUA POLTRONA

“Vedo un premier Conte che tiene bloccato un Paese solo per tenere la sua poltrona, questo rischia di provocare molta rabbia nel Paese. Temo che continuerà nella ricerca dei senatori insoddisfatti delle proprie forze politiche e che hanno paura di andare al voto”.

VOGLIA DI TORNARE IN MAGGIORANZA CON PROGRAMMA

“Italia viva è compatta e la voglia di tornare in maggioranza consiste nella disponibilità che abbiamo dato dal primo momento per un’intesa su un programma, per questo sono arrivate anche le dimissioni. E’ da marzo che si va avanti solo con decreti e dpcm senza un’idea di come uscire da questa crisi“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»