Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Usa, Biden cancella Trump: “sì” all’accordo sul clima e all’Oms

Le decisioni più rilevanti sul piano internazionale riguardano clima e multilateralismo anche sul piano sanitario
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Quindici ordini esecutivi che cambiano o in qualche caso rovesciano i quattro anni di Donald Trump alla Casa Bianca: tanti sono i provvedimenti firmati ieri sera dal neopresidente Joe Biden, anche sul ritorno degli Stati Uniti nell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e nell’Accordo di Parigi contro i cambiamenti climatici. “Il presidente Biden agirà non solo per rimediare ai danni più gravi inflitti dall’amministrazione Trump ma anche per cominciare a muovere il Paese in avanti” si legge in una nota ufficiale.

LEGGI ANCHE: Usa, Biden chiude la ‘guerra incivile’ e celebra Kamala Harris

Le decisioni più rilevanti sul piano internazionale, al di là di quelle sui temi dell’immigrazione o sui nuovi obblighi di distanziamento sociale e l’uso delle mascherine in chiave anti-coronavirus, riguardano clima e multilateralismo anche sul piano sanitario. Uno degli ordini esecutivi blocca infatti il processo di ritiro americano dall’Oms, avviato da Trump dopo l’inizio della pandemia, che negli Stati Uniti ha già provocato oltre 400.000 morti. L’inversione di rotta è già stata definita dal segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, “assolutamente decisiva” per una risposta globale più coordinata.

LEGGI ANCHE: Usa, Biden giura da presidente “Unire l’America, battere l’odio”

Un altro dei provedimenti firmati ieri stabilisce l’inizio del ritorno americano nell’Accordo di Parigi, abbandonato ufficialmente dagli Stati Uniti lo scorso anno. Secondo l’ex segretario di Stato John Kerry, ora inviato di Biden per il clima, l’impegno americano fissa “una base e non un tetto”: sarebbe insomma l’inizio di una nuova leadership in vista della conferenza internazionale Cop26 in programma a Glasgow a novembre.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»