Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Giovani in difficoltà, al via campagna raccolta fondi per 10 borse di studio

ROMA - "Today, Tomorrow, To Nino" è un'iniziativa di Casa dei Diritti Sociali per favorire il diritto allo studio di
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Today, Tomorrow, To Nino” è un’iniziativa di Casa dei Diritti Sociali per favorire il diritto allo studio di giovani in condizione di fragilità socio-economica. Da qualche giorno l’omonima campagna di raccolta fondi è disponibile nella piattaforma di Produzioni dal Basso: tre settimane di tempo e l’obiettivo di raccogliere 5000 euro per finanziare dieci borse di studio per altrettanti studenti. Casa dei diritti sociali è un’associazione laica di volontariato che, da oltre trent’anni, svolge un’attività dedicata alle persone vulnerabili attraverso servizi di accoglienza e orientamento,assistenza legale, informazione in materia sanitaria e, inoltre, organizza corsi gratuiti di lingua italiana per gli immigrati. A presentare l’iniziativa e’ la giornalista Raffaella Sirena, membro del Comitato DireDonne che in questo articolo entra nel dettaglio del progetto e spiega quale sia l’obiettivo principale del sostegno.

“Questo progetto è stato ideato per rendere possibile l’inclusione in tutte le sue forme- spiega Amalia Romano, coordinatrice di Casa Diritti Sociali di Roma intervistata da Sirena- e per offrire un sostegno concreto ad adolescenti che sono a rischio di dispersione scolastica. Nino rappresenta simbolicamente un ragazzo che, pur partendo da una condizione di difficoltà, intraprende un percorso educativo e di formazione che gli consentirà di investire nel proprio futuro. Nino è l’esempio di una rete che funziona e di come sia possibile sviluppare i propri talenti e coltivare i propri sogni, anche se si proviene da contesti complessi”.

In diverse scuole di Roma- spiega ancora Sirena- l’associazione realizza interventi di supporto didattico, potenziamento linguistico, laboratori interculturali e anche attività sportive o ricreative. Inoltre sono attivi alcuni programmi specifici per i richiedenti asilo e i minori stranieri non accompagnati, mentre per gli alunni che presentano maggiori criticità è previsto un tutoraggio individuale, mediante un approccio metodologico sviluppato in collaborazione con alcuni docenti dell’Università di Roma Tre.

“Crediamo molto nella didattica inclusiva– prosegue Romano nella sua intervista sul progetto- e abbiamo pensato al crowdfunding proprio per estendere ad altri meritevoli un supporto di qualità che consenta loro di coltivare le proprie aspirazioni. Per far conoscere maggiormente il nostro progetto abbiamo organizzato tre aperitivi solidali: il primo si svolgerà mercoledì 23 gennaio al Pigneto presso l’Enoteca SO2, poi ci saranno altre due date a Centocelle giovedì 31 gennaio, presso la caffetteria La Pecora Elettrica, e a Piazza Vittorio, in giorno da definire. Con l’occasione di gustare degli ottimi vini naturali e cibo di qualità speriamo di incrementare le donazioni che serviranno a garantire l’acquisto di libri e abbonamenti dei trasporti pubblici, corsi pomeridiani, attività estive e tutto quello che può contribuire a rafforzare il percorso formativo delle ragazze e dei ragazzi”.

(articolo di Raffaella Sirena, Comitato DireDonne)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»