Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Assocommercianti: “A Ciampino non ce la siamo sentita chiedere i soldi per le luci”

ciampino 2
"L'anno scorso pagò il Comune. Forse pd non gira e non spende in città"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’anno scorso ha pagato tutto il Comune di Ciampino. Purtroppo viviamo in un momento storico particolare, il commissario non risponde e avevamo anche trovato sponsor importanti che avrebbero rifatto l’albero di Natale davanti a parco Aldo Moro gratuitamente. Ci dispiace, con pochi soldi abbiamo fatto quel che potevamo. Non ce la siamo sentita di andare dai commercianti a chiedere fondi per le luci“. Così Onofrio Saia, presidente di Assocommercianti, all’agenzia Dire, ha respinto al mittente le accuse mosse dal Pd all’associazione per non aver contribuito per dare alla cittadina luci e atmosfera per le festività natalizie.


Basta fare un giro anche nelle vie più commerciali di Ciampino e nella piazza centrale della Pace per rendersene conto. Tutto è spento, ben altra atmosfera rispetto alle luci del Natale 2021 e al grande albero che troneggiava nei giardini centrali e che pure tante polemiche aveva mosso anche allora.
La nostra campagna quest’anno è stata social. Non ce la siamo sentita di chiedere un contributo ai commercianti per l’installazione delle luminarie visti i 20 mesi di pandemia e le aperture altalenanti“, ha detto Carmen Pizzirusso, portavoce di Assocommercianti, spiegando il concorso ‘Un balcone in festa’ e le altre iniziative in corso. “Il commercio è il cuore pulsante della città”, ha ribadito Pizzirusso ricordando che proprio con questo spirito due anni fa è stata fondata l’associazione, e con l’altra campagna ‘Io compro a Ciampino’ anche tanti vip e sportivi sono stati coinvolti. “Mi viene da pensare che non girino e non spendano per Ciampino” ha rincarato la portavoce di Assocommercianti riferendosi al Pd e al recente attacco.

“Già un anno fa il Partito democratico fece fare un’interrogazione consiliare per i 200mila euro che l’allora sindaco Daniela Ballico destinò come aiuto ai commercianti post pandemia”, ha ricordato Saia, che ha poi concluso: “Assocommercianti non è impegnata in alcuna campagna elettorale e quello scritto”, ha detto riferendosi all’invettiva contro l’assenza di luminarie natalizie, “sembra fatto da un bambino”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»