Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Scuola, Azzolina: “Il 7 si riapre, Governo unito e compatto”

"Il 7 e' molto realistico che si riapra anche per le scuole superiori"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il Governo e’ molto unito sul fatto che il 7 si debba aprire. Abbiamo fatto una riunione con le Regioni che si aggiornera’ a domani o dopodomani. Siamo tutti uniti e compatti i ministri che il 7 si debba andare a scuola”. Lo dice la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina a Mezz’ora in piu’ su Raitre

Il 7 e’ molto realistico che si riapra anche per le scuole superiori, anche se e’ un giovedi”, aggiunge la ministra Luica Azzolina.

“La scuola- continua Azzolina- a settembre e ottobre ha funzionato molto bene ma non per merito solo mio ma di tutta la comunita’ scolastica che ha lavorato bene sulle distanze, le mascherine. Ma quando la curva dei contagi e’ cresciuta brutalmente, le Asl sono andate in affanno no ce l’hanno fatta e il tracciamento, che e’ fondamentale, e’ venuto in parte meno. Per questo abbiamo chiesto dei sacrifici maggiori alle scuole superiori“. La decisione di avviare la Dad “e’ stato unicamente un problema legato all’aumento dei contagi”.

Se il 7 gennaio le scuole non riaprissero il cerino rimane in mano al ministro dell’Istruzione? “Se non apriamo non e’ un problema mio, e’ un problema di tutti, la scuola non appartiene al ministro Azzolina, e’ di tutti”.

“Sui trasporti- chiarisce ancora la ministra- ci stanno dando una grande mano i prefetti. Le piu’ grandi criticita’ sono nelle grandi citta’, le misure devono essere territoriali anche per la riorganizzazione degli orari nelle citta’. Ma siamo a un ottimo punto”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»