Nasce ‘Community House’, inaugurata la nuova sede a Roma

L'azienda di pubbliche relazioni punta, per il 2020, su ambiente e intelligenza artificiale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “In un mondo in cui siamo diventati schiavi degli schermi, noi vogliamo andare oltre e organizzare momenti di dibattito e confronto, per far incontrare tra loro aziende, istituzioni e stakeholders”. È così che Fabrizio Cataldi, fondatore di ‘For Human Relations’, descrive il primo ‘business social media’ italiano che realizza progetti editoriali, servizi online ed eventi che riunisce 20 associazioni di categoria e più di 70mila manager del mondo imprenditoriale e della pubblica amministrazione, all’interno di cui si sviluppa la rete di ‘Comunicazione Italiana‘. 

La società ha inaugurato ieri a Roma un nuovo spazio di lavoro in Via Alessandro Trotter, con la presidente dell’associazione ‘For Human Community’, Tullia Cautiello. 

Si tratta di una community house nata per ospitare dibattiti, presentazioni di libri e workshop.

“I progetti per il 2020 sono ambiziosi: vogliamo continuare a raccontare la comunicazione ma estenderci anche ad altri settori come quello dell’intelligenza artificiale”, racconta Giovanni Sacchitelli all’agenzia di stampa Dire. Poco più di 30 anni, come il suo collega Federico Morganti, Sacchitelli si occupa dell’area Comunicazione & Public Affairs e gestisce i contenuti social dell’azienda. “Oggi c’è necessità di far dialogare tra loro le istituzioni– continua- cercando di arrivare a un obiettivo che possa essere condivisibile ed umano. Vogliamo alimentare un dialogo utile sia per le aziende che per le istituzioni”. Ma quali sono i vantaggi e quali le difficoltà per due giovani che provano a fare impresa, oggi, in Italia? “Avere un’idea originale che possa farsi spazio- risponde Federico Morganti, che per Comunicazione Italiana si occupa di relazioni esterne- perché un’azienda riesca ad affermarsi deve avere un’idea innovativa. Ma all’interno della novità deve esserci anche un concetto di responsabilità sociale: le imprese più interessanti sono quelle che nel proporre qualcosa al pubblico cercano anche di risolvere un problema. Come ad esempio quello ambientale”.

Quello di ‘For human relations’ è un lavoro di squadra, a cui collaborano anche Gabriella Patti, Andrea Giudice e Vitaliano Chiarella. 

La sostenibilità sarà tra le tematiche di cui la società si occuperà di più nel prossimo anno, soprattutto in riferimento al tema dell’impresa, cercando di capire com’è possibile fare un’impresa in modo rispettoso per l’ambiente.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»