Allerta maltempo al Centro-Nord: temporali in Liguria, forti raffiche di vento in Toscana e Lazio

Genova si blinda: chiuse le scuole, i cantieri e gli scavi in alveo, i cimiteri, gli impianti sportivi pubblici e privati e aree verdi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il maltempo continua a non dare tregua: oggi piogge e venti forti investiranno il Centro- Nord. Allerta rossa in Liguria, dove le scuole resteranno chiuse. Leggermente migliore la situazione in Toscana, dove l’allerta è di colore arancione, a causa del vento forte che investirà gli Appennini fra Prato e Firenze. Vento che non risparmierà il Lazio.

ALLERTA ROSSA IN LIGURIA

A ponente sulla costa, allerta gialla dalle 6 alle 8 del 20 dicembre, poi rossa fino alle 21 e arancione fino alle 24. Nelle zona centrale, compreso il Comune di Genova, e nelle valli del centro-ponente, allerta rossa dalle 8 alle 21 e poi arancione fino a mezzanotte. A levante e nei valli del centro-levante, allerta rossa dalle 12 alle 24. Possibili estesi e gravi effetti al suolo su un terreno fragile, avvertono i previsori del centro meteo di Arpal. Oltre alle precipitazioni, previsti venti di burrasca forte e mareggiata intensa. Dalle prime ore del mattino, previsto l’arrivo di un sistema frontale che provocherà precipitazioni diffuse in rapida intensificazione con cumulate fino a molto elevate e temporali forti e organizzati, in particolare dalle ore centrali. Queste precipitazioni potranno determinare innalzamenti significativi dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua con associate criticità diffuse su tutto il territorio regionale. I fenomeni inizieranno gradualmente ad attenuarsi a partire da ponente, dal tardo pomeriggio, anche se risposte idrologiche, in particolare a levante, potranno verificarsi fino alle prime ore di sabato. Dopo una breve pausa, un nuovo, veloce passaggio perturbato è atteso in transito sul centro levante, tra la serata di sabato e le prime ore di domenica.

A GENOVA NON SOLO SCUOLE CHIUSE, CITTÀ SI BLINDA

Non solo la chiusura di tutti i plessi scolastici di ogni ordine e grado, dell’Università e dei centri di formazione. Il centro operativo comunale di Genova, convocato dopo l’emanazione dell’allerta rossa per oggi dalle 8 alle 21, ha disposto la chiusura di tutti i cantieri e gli scavi in alveo, i cimiteri, gli impianti sportivi pubblici e privati, aree verdi, giardini e parchi, musei, biblioteche, centri civici e l’anagrafe di corso Torino. Chiusi anche i mercati all’aperto, il Luna Park, la Fiera di Natale e Natale Idea al Porto Antico. Sospesi anche tutti gli eventi e le manifestazioni su suolo pubblico. Interdetti i sottopassi di piazza Montano, Borgo Incrociati, piazza Porticciolo, piazzale Kennedy, piazza Massena. Metropolitna in servizio solo sulla tratta Brin-De Ferrari, gli ascensori del sottopasso ferroviario di Sestri Ponente saranno chiusi sia in allerta rossa che arancione, l’ascensore di Quezzi sarà chiuso sia in allerta rossa che arancione, in allerta rossa saranno sospesi il servizio Navebus e il servizio a chiamata Mobilitybus. Chiusa per tutta la durata dell’allerta rossa anche la ferrovia Genova-Casella, previsto servizio bus sostitutivo. Chiuse, come di consueto, la galleria Pizzo, tagliando in due l’Aurelia tra Voltri e Arenzano. Divieto di transito ai motocicli, mezzi telonati e furgonati sulla sopraelevata e chiusura degli accessi pubblici al mare e alle scogliere. È stato istituito il presidio territoriale, il controllo e il monitoraggio dei rivi comunali. In allerta rossa sono previste 46 pattuglie della Polizia locale e 14 squadre dei volontari di protezione civile, pronte a chiusure le strade in caso di evenienza. Amiu ha predisposto l’attivazione di quattro autospurgo e sei squadre di pronto intervento. Aster ha previsto nove squadre in servizio e tre di reperibili.

VENTO FORTE, ALLERTA ARANCIONE SU MONTI FIRENZE E PRATO

In Toscana è allerta per vento forte sugli Appennini fra Prato e Firenze. La sala operativa unificata della protezione civile ha emesso un codice arancione valido da oggi pomeriggio a mezzanotte. Codice giallo, invece, nel resto della Toscana per vento e forti raffiche in collina e rischio mareggiate sull’arcipelago e la costa. La perturbazione in transito, con un deciso peggioramento delle condizioni meteo, riferisce la Regione, porta a emettere anche un codice giallo per temporali e rischio idrogeologico su tutta la regione dal pomeriggio di oggi fino alla mezzanotte, con precipitazione di forte intensità in Lunigiana, Garfagnana e Alta Versilia. Le piogge sono previste in estensione nel resto della Toscana.

PREVISTI VENTI FORTI NEL LAZIO

“Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dal pomeriggio/sera di venerdì 20 dicembre, e per le successive 18-24 ore si prevedono sul Lazio venti forti o di burrasca dai quadranti meridionali, con raffiche di burrasca forte o tempesta, specie sui rilievi montuosi. Mareggiate lungo le coste esposte. Il Centro Funzionale Regionale ha pertanto emesso un avviso con attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio: Bacini Costieri Nord Roma, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Roma, Aniene, Bacino del Liri e Bacini Costieri Sud. La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala Operativa Regionale garantirà costante supporto”. Così in un comunicato la Protezione Civile del Lazio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»