Terrorismo, bomba (finta) a bordo di Boeing Air France: atterraggio d’emergenza in Kenya

A quanto riporta il quotidiano francese Le Monde l'oggetto in questione sarebbe stato il simulacro di una bomba, assemblato a partire da una serie di fogli disposti in modo tale da sembrare un ordigno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – C’era una bomba a bordo del volo Air France 463, partito da Port Louis (Mauritius) e diretto a Parigi. Ma, si è scoperto qualche ora più tardi, si sarebbe trattato di un ordigno finto.

E’ stata una hostess, nella notte, a dare l’allarme, dopo aver scoperto un pacco sospetto con un oggetto simile a un timer nel bagno del Boeing 777. L’aereo è stato a quel punto dirottato sul Kenya, dove è atterrato all’aeroporto di Mombasa. Lì è stato verificato che si trattava effettivamente di un ordigno. La presunta bomba è stata poi rimossa per essere disinnescata dagli esperti kenioti. A quel punto è emerso che la bomba era fasulla.

A quanto riporta il quotidiano francese Le Monde l’oggetto in questione sarebbe stato il simulacro di una bomba, assemblato a partire da una serie di fogli disposti in modo tale da sembrare un ordigno. Una fonte di Air France ha descritto l’oggetto: aveva due orologi digitali trasparenti con due orari diversi, senza conto alla rovescia, con un filo nero simile a un’antenna, e quattro pezzi rettangolari di cartone legati tra loro con scotch e pinze metalliche.

airfrance kenya

Sul volo viaggiavano 473 passeggeri, attualmente alloggiati in alberghi del paese africano.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»