hamburger menu

Sara Manfuso contro i Mondiali in Qatar: “Legittimato uno Stato che viola i diritti”

La presidente dell'associazione 'Io Così' critica il Paese "in cui i diritti delle minoranze non sono né riconosciuti né tutelati"

Pubblicato:20-11-2022 15:45
Ultimo aggiornamento:20-11-2022 18:47
Canale: Mondo
Autore:
sara_manfuso_qatar
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Oggi parte il Mondiale di Qatar 2022, la coppa del mondo delle polemiche. “C’è grande attenzione per la partecipazione della nazionale iraniana ai Mondiali. Ci saranno dei giocatori dissidenti e ci sarà una loro forma di ribellione in ambito sportivo. Ma mi domando: come si può sperare in un atto rappresentativo quando i Mondiali tutti si giocano su terreno, quello del Qatar, in cui i diritti delle minoranze non sono né riconosciuti, né tutelati?“. Intervistata dall’agenzia Dire, Sara Manfuso, presidente dell’associazione ‘Io Così’ si è espressa sulla situazione nel Paese che si è aggiudicato tra mille polemiche l’assegnazione da parte della Fifa.

LEGGI ANCHE: Il Qatar vieta la birra ai Mondiali: si rischia il caso politico tra la Fifa e lo sponsor

LEGGI ANCHE: Qatar 2022, i migranti sfruttati nei cantieri in una mostra fotografica a Roma

Fiorello più efficace di tanta politica “miope”, ha sottolineato Manfuso a proposito delle parole dello showman sulla Coppa del mondo. La presidente di ‘Io Così’ ha poi aggiunto: “Noi occidentali dovremmo capire e selezionare i nostri partner, non possiamo legittimare uno Stato solo perché ci conviene”.

LEGGI ANCHE: Tv, radio, web e app: ecco come seguire i Mondiali di Qatar 2022

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-11-20T18:47:47+01:00