Von der Leyen: “I primi vaccini autorizzati a metà dicembre”

Per quanto riguarda le misure restrittive “bisogna avere un approccio graduale e coordinato per evitare un’altra ondata”
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “I vaccini delle aziende farmaceutiche Biotech e Moderna potrebbero essere autorizzati già dalla seconda metà di dicembre 2020”. Così la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen a seguito della videoconferenza informale che ha riunito i leader europei. “Sappiamo che la vaccinazione è una questione di sicurezza e fiducia e abbiamo una serie di vaccini promettenti” ha specificato Von der Leyen in merito ai cinque contratti firmati dalla Commissione Ue con le aziende farmaceutiche. Inoltre, ha aggiunto von der Leyen, “i negoziati con Moderna sono aperti“. “Ci deve essere un piano chiaro di vaccinazione”, ha continuato la presidente della Commissione europea, secondo la quale gli operatori sanitari e gli anziani dovrebbero averne la priorità. “Se gli Stati membri dovessero avere troppe dosi – ha spiegato Von der Leyen – potranno decidere di donarle”. Per quanto riguarda le misure restrittive “bisogna avere un approccio graduale e coordinato per evitare un’altra ondata”, ha aggiunto.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

20 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»