Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il 25 novembre alla Dire le voci dei centri anti violenza “nel mondo che si è fermato”

donna_violenza_donne
La rete D.i.Re. in collaborazione con DireDonne presenta dati e storie da tutta Italia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – In occasione della Giornata internazionale sulla violenza contro le donne, D.i.Re – Donne in rete contro la violenza, la più grande associazione nazionale impegnata nella prevenzione e nel contrasto della violenza maschile contro le donne, a cui aderiscono 81 organizzazioni che gestiscono oltre un centinaio di centri antiviolenza, presenta, in collaborazione con l’agenzia di stampa Dire e DireDonne, i dati e le storie che confermano quanto i centri antiviolenza femministi siano ancora, e ora più che mai, un imprescindibile attore nel sistema antiviolenza italiano.

“Il mondo si è fermato – Dati e storie dei centri antiviolenza D.i.Re” il titolo scelto per questo 25 novembre, perchè “il sistema antiviolenza- scrive la rete D.iRe- deve cambiare, migliorare, perché ancora troppe sono le criticità che lo caratterizzano. Questa sarà anche l’occasione per condividere le proposte di D.i.Re, alla luce della sua trentennale esperienza”.

Continua la rete D.i.Re: “Il 2020 sarà ricordato per sempre come l’anno del Covid19, del lockdown, del distanziamento sociale, delle mascherine. E della crisi economica, che ha esposto – in maniera inequivocabile – la condizione di ineguaglianza tra uomini e donne che persiste in Italia. E, connessa al gender gap ed esacerbata dal lockdown, la persistenza della violenza contro le donne, che gli sforzi fin qui attuati – a livello legislativo, istituzionale e delle organizzazioni e movimenti delle donne – non sono ancora riusciti a mitigare, contenere, ridurre”.
L’incontro sarà online e in diretta streaming sulle pagine Facebook di D.i.Re e DireDonne. Modera la conferenza stampa Silvia Mari, giornalista dell’agenzia Dire e responsabile di DireDonne.

ECCO I LINK A CUI COLLEGARSI:

Il link Meet a cui collegarsi è il seguente: https://meet.google.com/rgq-orks-ivze in diretta. Per intervenire in conferenza stampa Link Meet
https://meet.google.com/rgq-orks-ivz

IL PROGRAMMA

11.00-11.10
Saluti introduttivi
Antonella Veltri, presidente D.i.Re.

11.10-11.20
I dati dei centri antiviolenza D.i.Re. Cosa è cambiato.
Sigrid Pisanu, consigliera D.i.Re dell’Alto Adige e referente del Gruppo statistiche di D.i.Re e
Paola Sdao, docente di statistica all’Università della Calabria

11.20-11.25
2020. Il mondo si è fermato. I centri antiviolenza D.i.Re NO – La nuova campagna di D.i.Re Mariangela Zanni, consigliera D.i.Re del Veneto – Centro veneto progetti donna, Padova

11.25-11.55
Violenza e pandemia: la voce dei centri antiviolenza della rete D.i.Re
Dal nord: Cristina Carelli – CADMI, Milano e Francesca Maur – GOAP, Trieste- Giorgia Fontanella – Coop. Iside – Mestre.
Dal centro-sud: Daniela Fevola – Spazio Donna – Caserta
Dal sud: Cinzia Marroccoli – Telefono Donna, Potenza
Dalle isole: Luisanna Porcu – Onda Rosa – Nuoro e Anna Agosta – Thamaia – Catania 10.

11.55-12.00
Il sistema antiviolenza: le proposte di D.i.Re
Antonella Veltri, presidente di D.i.Re.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»