Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Bassetti: “Mi vaccinerei oggi, il Governo si dissoci da Crisanti”

"Le sue affermazioni sono gravissime. Non è sul campo e si vede"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – “Io mi vaccinerei già oggi. Mi sono sempre vaccinato in vita mia. Lo faranno i miei collaboratori, che non vedono l’ora. Crisanti è un bravissimo microbiologo, ma non è sul campo e si vede. Noi che rischiamo ogni giorno attendiamo il vaccino e ne siamo felici”. Così il direttore della clinica di Malattie infettive del policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, in un post su Facebook in cui attacca le parole di Andrea Crisanti sul vaccino anti-covid.
“Le affermazioni del professor Crisanti sul vaccino anti-covid sono gravissime- rimarca l’infettivologo- insinuare dubbi sulla scientificità dei vaccini è anacronistico e fuorviante per la gente. Credo che la comunità scientifica, tutta insieme, dovrebbe prendere le distanze da ciò che è stato detto. Questo è il suo pensiero e si deve assumere tutte le responsabilità, in un momento del genere in cui il Paese ha bisogno di essere unito”.

Bassetti, inoltre, si chiede: “Se avessimo detto una cosa del genere io o il collega Alberto Zangrillo, che cosa sarebbe successo?”. Per il presidente della Società italiana di terapia antinfettiva, dunque, “anche il governo dovrebbe prendere le distanze da quanto detto. Solo uniti sulla comunicazione sui vaccini potremo vincere la guerra contro questo terribile virus”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»