Ventotto anni fa moriva Freddie Mercury, la programmazione Rai in suo onore

Rai Cultura propone due imperdibili appuntamenti per onorare la sua memoria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il 24 novembre 1991 moriva Freddie Mercury, una delle più grandi voci di sempre, un divo amato da milioni di persone, con un carisma tale da riuscire a incantare un pubblico immenso. Freddie Mercury è stato più di un cantante, è stato lo “showman per antonomasia”, come afferma l’amica Rosie Horide. In occasione dell’anniversario della morte, Rai Cultura propone due appuntamenti per onorare la memoria.

FREDDY MERCURY, LA PROGRAMMAZIONE RAI DEDICATA

Il documentario in prima visione “Freddie Mercury. The Ultimate Showman” è proposto mercoledì 20 novembre alle 21.15 su Rai5. Incentrato sulla vita e lo straordinario rapporto col pubblico della star inglese originaria di Zanzibar, vede interventi di Rami Malek (interprete di Freddie Mercury nel film “Bohemian Rhapsody”), Eric Hall (EMI Publisher dei Queen), Paul Watts (EMI Division Manager dei Queen), Mick Rock (fotografo dei Queen), Rosie Horide (Giornalista musicale e amica intima dei Queen) e Paul Gambaccini (conduttore radiofonico e amico intimo di Freddie Mercury). Dopo il documentario, alle 22.15, la serata dedicata a Freddie Mercury e ai Queen prosegue con una puntata della serie “Video Killed The Radio Star”, in cui Roger Taylor racconta i videoclip più celebri della band e commenta assieme ai registi David Mallet e Russell Mulcahy le idee e il making of dei video più famosi del gruppo.

La settimana successiva, mercoledì 27 novembre alle 21.15, il documentario in due parti “Queen: days of our lives” ripercorre con interviste e filmati originali di repertorio gli eventi che poi sono stati ripresi nel film “Bohemian Rhapsody”, vincitore di quattro premi oscar. A dare voce alle immagini, nella versione italiana, è Stefano Sperduti, doppiatore di Rami Malek che ha interpretato il ruolo di Freddie Mercury nel film.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»