fbpx

Tg Riabilitazione, edizione del 20 novembre 2019

GIORNATA PREMATURITA’, ALLEANZA FAMIGLIE-FISIOTERAPISTI

In Italia i prematuri sono circa il 7-8% del totale delle nascite, e per loro c’è un fattore di rischio per lo sviluppo psicomotorio, comportamentale e affettivo-relazionale. L’incidenza di morbilità complessiva richiede sempre più un’assistenza neonatale a tutto tondo, per aiutare la qualità di vita futura dei neonati. Anche i fisioterapisti, in sintonia e collaborazione con il personale delle Terapie Intensive Italiane (T.I.N), danno il loro apporto. “Il Gruppo di Interesse Specialistico in Fisioterapia Pediatrica dell’A.I.FI, guidato dalla presidente Loretta Carturan, “ha sempre creduto nel compito fondamentale delle associazioni dei genitori e ha realizzato negli anni uno stretto legame anche territoriale con il coordinamento Nazionale genitori Vivere”, spiega Claudia Artese, fisioterapista membro del sottogruppo di Neonatologia del GIS AIFI.

NOVITÀ SU PIEDE-CAVIGLIA A CONGRESSO GTM FISIOTERAPISTI

Esaminare le piu’ importanti novita’ in letteratura sul complesso piede-caviglia, analizzando l’argomento a 360 gradi e fornendo spunti di riflessione su valutazione, diagnosi e trattamento dei disordini muscolo-scheletrici di questo particolare distretto anatomico. Questo l’obiettivo del XVII Congresso nazionale del Gruppo di Terapia Manuale, uno dei 6 Gruppi di Interesse Specialistico di AIFI, che si e’ tenuto a Bologna. Sono emerse le “nuove evidenze scientifiche sul distretto piede-caviglia e i nuovi protocolli per la prevenzione degli infortuni nello sport- ha detto il presidente del Gtm, Filippo Maselli- soprattutto per quanto riguarda la corsa, insieme ai nuovi protocolli di misurazione di outcome per il ritorno alla pratica sportiva”.

BPCO, FISIOTERAPISTI RESPIRATORI LANCIANO CAMPAGNA

Il messaggio lanciato nella campagna ABCDEF è semplice, diretto e immediatamente memorizzabile: A come Alt alla sigaretta; B come Buona diagnosi; C come Corretta terapia; D come Decidi per la riabilitazione; E come Esigi continuità di cure; F come Fai presente la tua fragilità. Il tutto illustra i passaggi di un corretto incrocio tra stile di vita e presa in carico del paziente, espresso in una serie di immagini che esplicitano i singoli momenti della campagna. “L’iniziativa- sottolinea Mara Paneroni, membro del direttivo ARIR- ha lo scopo di far conoscere la BPCO sensibilizzando il cittadino con un messaggio molto semplice e diretto sulla necessità di non sottovalutare i sintomi di questa patologia, malattia più diffusa di quanto si pensi e ancora poco diagnosticata. E poi l’importanza di un adeguato programma di riabilitazione pneumologica definito e accompagnato da pneumologi e fisioterapisti specializzati in fisioterapia e riabilitazione respiratoria”.

FELDENKRAIS, LANDINI: AIUTA MOLTO IN CAMPO RIABILITATIVO

“Il Feldenkrais è uno strumento utile per il miglioramento e il benessere su molti aspetti e molti campi. Puo’ aiutare le persone a sentirsi molto meglio, a prendere consapevolezza di sé. E questo aiuta molto anche in campo riabilitativo”. A spiegare meglio la metodologia e gli ambiti di applicazione alla Dire è Cecilia Landini, insegnante Feldenkrais, a margine del VI convegno nazionale del metodo di auto-educazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

20 Novembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»