VIDEO | ‘Tdor 2019’, a Roma sette giorni contro la transfobia

Evento organizzato dall’associazione Libellula insieme a P&G e Pantene, lanciata campagna internazionale '#Hairhasnogender'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Parlare della comunità transgender, commemorare le vittime di transfobia con le loro foto ma soprattutto proporre concretamente una nuova via di riscatto lavorativo. Questo è ‘Tdor 2019-Transformazione’, l’evento organizzato dall’associazione Libellula insieme a P&G e Pantene, che Palazzo Valentini, a Roma, ospiterà dal 20 novembre in occasione della giornata internazionale dedicata al ricordo delle vittime di transfobia, sino al 26 nella sala della Pace ‘Giorgio La Pira’.

Una settimana ricca di eventi a ingresso libero, a partire dalle 16.30 di oggi, con la presentazione della mostra fotografica ‘Per non dimenticare’, dedicata ai ritratti di oltre 24 vittime di odio transfobico nel mondo, ben 321 dall’1 ottobre 2018 al 30 settembre 2019.

Subito dopo la cerimonia di consegna di 7 attestati per la partecipazione ai corsi professionali dedicati alle persone trasgender nel campo dell’hairstailing e dell’onicotecnica. Centrale il seminario ‘Violenza domestica e di genere: conoscerla, prevenirla, riconoscerla, contrastarla’, in programma per lunedì 25 alle 17.00.

Il tutto grazie alla campagna internazionale ‘#HAIRHASNOGENDER’ supportata da P&G, azienda leader nel settore dei prodotti di largo consumo e Pantene, uno dei suoi marchi.

“La campagna porterà all’apertura di una nuova sede dedicata alle persone LGBTQI+, il lancio di nuovi corsi professionali finalizzati all’inserimento lavorativo e, entro il 2023, l’apertura di 50 saloni gender fluid, in cui il cliente può sedersi, chiedere il taglio desiderato, senza doversi giustificare o essere etichettato- spiega Valeria Consorte, direttore marketing divisione bellezza della ‘Procter&Gramble Italia’, durante la conferenza stampa di questa mattina -. Come azienda abbiamo la responsabilità sociale di lasciare un impatto positivo nella società in cui viviamo”.

“Per fortuna quest’anno l’Italia non ha più il primato di omicidi delle persone transgender in Europa, che di solito non vengono nemmeno considerati femminicidi. Quest’anno, però, ci sono stati oltre 300 omicidi di trasgender in tutto il mondo, 140 solo in Brasile– spiega Leila Daiana Pereira, presidente dell’associazione di volontariato ‘Libellula’ -. Per queste persone bisogna creare lavoro, perché ancora oggi le persone transgender non riescono a trovarlo. Questo è quello che abbiamo chiesto a P&G e Pantene, offrire lavoro. Così è nato il corso di formazione per parrucchiere e onicotecniche ‘Hair has no gender'”.

“Da qui il progetto è partito, innescando una reazione a catena. Domani daremo dei contributi alle persone che dovranno sostenere il progetto lavorativo”, conclude Samantha Trapanotto, vice presidente dell’associazione ‘Libellula’. Alla giornata di oggi parteciperà anche la senatrice Monica Cirinnà, da sempre sostenitrice della causa.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»