fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 20 ottobre 2020

LOCKDOWN BY NIGHT?

L’Italia chiude di notte? Si allarga il ricorso delle regioni al cosiddetto coprifuoco. Dopo la Lombardia anche la Campania va verso le serrate notturne. La richiesta lombarda al governo e’ la chiusura di tutte le attività e lo stop agli spostamenti, ad esclusione di casi ‘eccezionali’, dalle 23 alle 5 del mattino. Tra le richieste anche quella di chiudere nelle giornate di sabato e domenica la media e grande distribuzione commerciale tranne che per gli esercizi di generi alimentari e di prima necessità. Intanto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato che le prime dosi del vaccino potrebbero essere disponibili all’inizio di dicembre. “Per contenere completamente la pandemia dovremo aspettare comunque la prossima primavera”, ha detto il premier in un’intervista a Bruno Vespa.

MATTARELLA PREMIA GLI EROI DEL COVID

Un’esortazione alla “responsabilità collettiva”. A lanciarla, nel pieno della nuova emergenza Covid, è il capo dello Stato. Mattarella ha premiato 56 cittadini, tra medici, volontari, ricercatori e gente comune, che – tra marzo e aprile- si sono distinti per atti di generosità e per l’impegno a favore della collettività. L’invito al ‘senso del dovere’ è rivolto “anche alle istituzioni” affinché “collaborino”. Il presidente sferza il mondo produttivo e del commercio esortando tutti a non trincerarsi dietro “interessi di nicchia”. La pandemia, ha osservato Mattarella, “non si sconfigge se non prevale l’interesse generale”. Il virus “non è stata una parentesi”, per questo, ha concluso, “non vanno dimenticate le vittime e la riconoscenza al lavoro di medici e infermieri”, a loro volta spesso colpiti dalla malattia. 

CASSA INTEGRAZIONE, SCONTRO TRA SALVINI E TRIDICO

Matteo Salvini torna ad attacare l’Inps e avvisa il governo: “Prima di stabilire nuove limitazioni e chiusure bisogna pagare gli arretrati della cassa integrazione”, dice il leader della Lega nel corso di una manifestazione davanti Palazzo Wedekind, sede dell’Istituto nel centro di Roma, a due passi dalla Camera. Il presidente Pasquale Tridico risponde illustrando le prestazioni pagate dall’inizio della pandemia, che ammontano a 20 milioni di cedolini. I lavoratori che hanno ricevuto l’assegno della Cig, sottolinea l’Inps, sono sei milioni e mezzo. “Uno sforzo enorme, senza precedenti”, si difende l’Istituto di previdenza.

CANNABIS TERAPEUTICA, L’APPELLO DEI MALATI

Il ministro della Salute Roberto Speranza deve assumersi la responsabilità politica sulla cannabis terapeutica. Lo chiede il deputato di +Europa Radicali Riccardo Magi, che in conferenza alla Camera denuncia i problemi di approvvigionamento che devono affrontare molti pazienti in Italia alle prese con malattie invalidanti. Non ultimo Walter De Benedetto, il 49enne malato di artrite reumatoide indagato ad Arezzo nel 2019 per coltivazione domestica di cannabis. “Serve un testo organico complessivo che preveda regole su produzione, commercio e coltivazione domestica”, chiede Magi. Quello di De Benedetto, spiegano i suoi legali, “è solo uno dei tanti casi di pazienti lasciati soli nel nostro Paese”. L’uomo, malato da 35 anni, si è rivolto anche al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Ci aiuti”, dice in un videomessaggio.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

20 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»