Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Michael Jordan dona due cliniche agli indigenti, e si commuove

Il campione di basket ha donato 7 milioni di dollari per la costruzione di due cliniche nella città di Charlotte che garantiranno cure gratuite per tutti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È il mito per eccellenza. Un paio di scarpe porta il suo nome, perché il suo nome è leggenda. Tutti conoscono il campione di basket Michael Jordan, il dio della Nba che oggi è il presidente della squadra di pallacanestro dei Charlotte Hornets. E proprio nella città di Charlotte, nella Carolina del Nord, ha appena inaugurato due cliniche che saranno messe a disposizione per i cittadini in modo totalmente gratuito.

Il campione durante la conferenza stampa per l’inaugurazione delle strutture sanitarie non riesce a trattenere le lacrime: “È una cosa molto emozionante per me poter restituire qualcosa a una comunità che mi ha supportato nel corso degli anni”. E sempre molto commosso aggiunge: “Credo che il tuo codice postale o il tuo quartiere non dovrebbe determinare la qualità delle tue cure sanitarie o se puoi ricevere assistenza”, 

Michael Jordan ha donato più di 7 milioni di dollari per aprire il centro. La Novant Health opererà e gestirà la clinica che porta il suo nome (Michael Jordan Family Clinic). La clinica è attiva da tre settimane e ha già curato circa 300 persone.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»