Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Fico: “Le nuove regole sul green pass varranno anche per la Camera”

roberto_fico
Il presidente della Camera assicura che Montecitorio si adeguerà presto al nuovo decreto legge sul Certificato verde
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Oggi, come è sempre stato, quello che accade fuori, accadrà dentro il Parlamento. Quindi le regole che varranno per fuori varranno per la Camera dei Deputati”. Così Roberto Fico, presidente della Camera dei Deputati, su Rai Radio1 al Gr1 delle 8.00, rispondendo sul decreto Green Pass 2. Nel nuovo testo elaborato dal Governo, che estende l’obbligo del Certificato verde per tutti i lavoratori del pubblico e del privato, era stato previsto l’obbligo per accedere ai Consigli comunali, ma per quanto riguarda gli organi costituzionali come Camera e Senato si rimandava a questi ultimi la possibilità di varare misure. E Montecitorio, ha assicurato Fico, si adeguerà presto.

L’OBBLIGO VARRÀ PER DIPENDENTI E DEPUTATI

A margine di una visita alla basilica della Pietrasanta di Napoli, il presidente della Camera ha precisato che “quello che vale per i cittadini fuori varrà per i dipendenti della Camera e per i parlamentari. Da questo punto di vista andremo avanti e i tempi saranno molto brevi. Come sempre in questi mesi ci siamo mossi rispettando tutto quello che veniva normato per legge o per decreto legge”.

“500MILA FIRME PER REFERENDUM CANNABIS? OTTIMO MESSAGGIO”

Dalle 500mila firme raccolte per il referendum sulla cannabis “credo che arrivi un ottimo messaggio, un messaggio di voglia di partecipazione e anche uno stimolo al parlamento a legiferare anche laddove a volte c’è una carenza”. La terza carica dello Stato ha voluto sottolineare anche l’importanza della raccolta firme per il referendum sull’eutanasia: “Adesso – ha ricordato – abbiamo un testo base in commissione, però la Corte Costituzionale ci dice che avremmo dovuto legiferare già tempo fa. È qualcosa che va fatto. Laddove il Parlamento non riesce – ha aggiunto Fico – spesso sono i cittadini che arrivano, dicendo noi vogliamo affrontare questa questione. E hanno ragione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»