Bibbiano, revocati gli arresti domiciliari al sindaco

La decisione è arrivata oggi dal Tribunale della libertà di Bologna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO EMILIA – Andrea Carletti tira un sospiro di sollievo. Il tribunale della Libertà di Bologna ha infatti revocato oggi gli arresti domiciliari al sindaco di Bibbiano. Sospeso dal proprio incarico e dal Pd, Carletti era sottoposto dallo scorso 27 giugno nell’ambito dell’inchiesta “Angeli e demoni”, in cui è indagato, che ha portato alla luce un giro di presunti affidi illeciti di minori in Val d’Enza.

Disegni falsificati e lavaggi del cervello: a Reggio Emilia bambini tolti a genitori per darli in affido ‘pilotato’

‘Vogliono rapirmi’, ecco le bugie per togliere bambini ai genitori

In particolare i giudici bolognesi hanno alleggerito le misure cautelari per Carletti, disponendo a suo carico l’obbligo di dimora con permanenza domiciliare alla notte (dalle 22 alle 7) nel Comune di Albinea. Si tratta del secondo punto a suo favore segnato dal sindaco nella complessa vicenda giudiziaria in cui è invischiato con le accuse di abuso di ufficio e falso ideologico. Solo ieri il Riesame ha infatti respinto l’appello del Pm della Procura di Reggio Emilia Valentina Salvi, che aveva chiesto per Carletti e altri indagati nuovi arresti domiciliari.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»