Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Pompei riapre al pubblico Villa Regina

E' stata restaurata e aprirà al pubblico anche by night
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Riapre al pubblico Villa Regina a Boscoreale, al termine degli interventi di messa in sicurezza e restauro e si inaugurano, per la prima volta con visita guidata alla Villa, i percorsi serali Campania by night.

Ieri pomeriggio il direttore generale del Parco Archeologico di Pompei, Massimo Osanna, ha inaugurato la riapertura della Villa e illustrato gli interventi effettuati, che hanno previsto la sistemazione e il ripristino delle coperture, oltre ad interventi conservativi di pulitura degli apparati decorativi. 

Le visite notturne in programma “ogni giovedì fino al 24 ottobre a partire dalle ore 19, prevedono un percorso guidato serale alla Villa e all’Antiquarium di Boscoreale che raccoglie reperti e testimonianze sulla vita quotidiana e l’ambiente Vesuviano in epoca romana, incluse le due sale del piano superiore, che ospitano la mostra sul villaggio protostorico di Longola. L’itinerario si conclude nella Villa con performance artistiche e musicali del “Progetto Sonora””, rende noto il Parco archeologico.

La Villa dal 20 sarà aperta al pubblico tutti i giorni, e sarà visitabile anche durante le aperture serali previste per i successivi venerdì e sabato fino al 12 ottobre, ed è compresa nel biglietto di ingresso all’Antiquarium.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»